CONDIVIDI
combattere-caldo-notte-come-dormire-afa
iStock

Come dormire bene di notte nonostante il caldo: come combattere l’afa in estate durante le ore notturne.

Combattere il caldo di notte può sembrare una di quelle Mission Impossible che neanche Tom Cruise nei suoi film riuscirebbe ad affrontare. Invece, con qualche accorgimento e rimedio naturale, dormire bene anche quando fa caldo non è poi così impossibile.

Caldo di notte: come combattere l’afa

Prima di andare a dormire, ad esempio, potrebbe essere utile fare una doccia o un bagno immersi nell’acqua tiepida, non fredda. La temperatura ideale infatti è quella che vi permetterà di uscire dalla doccia e avere quasi una sensazione di freddo. Inoltre, anche le mani e i piedi, potrebbero essere eventualmente immersi nell’acqua tiepida regolando così la temperatura corporea dando un po’ di fresco a tutto il corpo.

Per dormire bene di notte un consiglio poi potrebbe anche essere quello di spostare, nelle notti particolarmente calde e afose la vostra sistemazione, o il vostro giaciglio, nella zona più fresca della casa. Se purtroppo la vostra stanza è esposta male o tutto il giorno è rivolta al sole, un consiglio potrebbe essere quello di dormire magari al piano terra, o in una cantina, o comunque in una zona particolarmente bassa perché, come si sa, il calore si muove verso l’alto.

Trenta minuti prima di andare a dormire, un altro consiglio per dormire bene la notte e combattere il caldo durante le ore notturne, può essere quello di infilare federe, cuscini, lenzuola e coperte nel freezer: sembra strano ma 30-40 minuti dentro al freezer permetteranno alle coperte di rimanere fresche il tempo necessario per farvi addormentare.

Importante per dormire bene di notte è poi anche l’abbigliamento: la tentazione potrebbe essere quella di levarsi tutti i vestiti e dormire nudi, ma questo potrebbe farvi avvertire maggiormente il caldo. Per assurdo è meglio dormire indossando vestiti di cotone, evitando assolutamente fibre sintetiche, nylon e seta perché non fanno respirare la pelle.

Se poi sei nel letto e continui ad avere molto, molto caldo potresti utilizzare un ventilatore che è meglio non piazzare proprio davanti al corpo, ma va bene anche a terra perché muoverà l’aria nella stanza. Un altro consiglio potrebbe essere quello di preparare un impacco di ghiaccio: prendete un asciugamano in cui metterete avvolti all’interno i cubetti di ghiaccio, posizionatelo davanti al ventilatore e così facendo (ovviamente mettendo una bacinella sotto l’asciugamano per raccogliere l’acqua) avrete una sensazione di refrigerio di acqua fresca.

Ricordatevi poi che per combattere il caldo di notte è importante anche l’alimentazione: oltre a bere tantissimo durante la giornata un’altra cosa molto importante è quella di mangiare con moderazione, soprattutto prima di andare a dormire perché una cena piena di calorie fa aumentare il calore corporeo per via del nostro metabolismo.