CONDIVIDI
autobus gratis
Autobus in Estonia (iStock)

Autobus gratis in Estonia: la rivoluzione nel trasporto pubblico che apre nuove frontiere nella mobilità urbana.

Si ripete da più parti che occorre incentivare il trasporto pubblico, impiegando meno la macchina e gli altri veicoli privati a motore. Il motivo è duplice: proteggere l’ambiente dallo smog, ma anche ridurre il traffico nelle città, che ormai sta rendendo la vita impossibile nei centri più grandi. Ci sono troppe macchine in circolazione, soprattutto in Italia, dove non riusciamo a rinunciare alle quattroruote, anche per la mancanza di una rete capillare di mezzi pubblici, in particolare nei centri medi e piccoli di provincia dove il trasporto pubblico non riesce a soddisfare tutte le esigenze della collettività. Certo nelle città più piccole, si può scegliere di andare in bicicletta o a piedi. Quindi anche il fattore pigrizia ha un suo peso nell’uso eccessivo dell’auto da parte degli italiani. Pensiamo all’uso della bicicletta da parte degli olandesi a dei danesi, sicuramente favoriti dalle loro pianure, ma che la utilizzano anche in inverno o quando piove. Mentre noi italiani abbiamo un clima decisamente più mite e soleggiato.

C’è chi per incentivare il trasporto pubblico ha preso decisioni drastiche che sicuramente cambieranno le abitudini dei cittadini: mettere a disposizione gli autobus gratis. Questa decisione rivoluzionaria è stata adottata in Estonia, Paese già all’avanguardia nell’innovazione.

Autobus gratis in Estonia

Una rivoluzione nel trasporto pubblico ci arriva dall’Estonia, il piccolo Paese Baltico con capitale la bella città di Tallinn, che ha deciso di incentivare l’uso massiccio del trasporto pubblico rendendo gli autobus gratuiti.

La sperimentazione per rendere gratuita l’intera rete di trasporto pubblico è partita nel 2013 e ha coinvolto proprio Tallinn. L’iniziativa ha avuto subito successo, con una grande partecipazione dei cittadini che ha contribuito a ridurre il traffico, l’inquinamento e gli incidenti.

Visto il successo della sperimentazione del trasporto pubblico gratuito nella capitale, il governo dell’Estonia ha deciso di estenderla a tutto il Paese. In questo modo l’Estonia diventerà il primo Paese al mondo a rendere completamente gratuito il trasporto pubblico.

La conferma dell’iniziativa è arrivata da Allan Alaküla, portavoce del Comune di Tallinn per la mobilità, tra i maggiori sostenitori della gratuità dei mezzi pubblici e principale promotore dell’Estonia come prima nazione al mondo a esportare questo modello. Secondo Alaküla il trasporto pubblico gratuito ha ricadute positive non solo sul traffico, ma anche sull’economia, invitando le persone a uscire più spesso e a spendere in bar, ristoranti, cinema e negozi.

Tallinn è al primo posto della top 10 delle destinazioni più convenienti del 2018, secondo Lonely Planet.

Tallinn, Estonia (iStock)

Autobus gratuiti a Tallinn

Prima di partire con la sperimentazione degli autobus gratuiti a Tallinn, l’amministrazione della capitale ha coinvolto i cittadini nella decisione con un referendum. Alla consultazione c’è stata una vastissima adesione con una risposta positiva pressoché unanime.

A Tallinn ci sono circa 450 mila abitanti, 70 linee di autobus, 5 di filobus e 4 tram. I mezzi pubblici sono gratuiti solo per i residenti, che dovranno acquistare una green card al costo di 2 euro da portare con sé a bordo dei mezzi pubblici con un documento di identità. Per i turisti, invece, il biglietto per usufruire dei mezzi pubblici è di 2 euro.

I dubbi iniziali sulla copertura dell’operazione sono stati subito smentiti dagli ottimi risultati di bilancio. La città di Tallinn dai mezzi pubblici gratuiti non solo non ha perso soldi, ma ci ha guadagnato: nelle casse del Comune è entrato il doppio di quanto speso. Molte più persone, infatti, si sono registrate come residenti per usufruire dei mezzi pubblici gratuitamente

I risultati sono stati ottimi anche dal punto di vista del traffico in centro che da abitualmente congestionato si è ridotto. Inoltre sono state prese misure per disincentivare l’uso dell’auto in centro, aumentando le tariffe dei parcheggi. Inoltre i turisti che lasciano l’auto nei parcheggi del centro potranno usufruire del trasporto pubblico.

I mezzi pubblici gratuiti saranno estesi anche ad altre città europee? Proviamo a immaginare i mezzi pubblici gratis nella costosissima Londra! L’iniziativa ha avuto successo nella capitale estone, relativamente piccola, difficile che sia realizzabile in metropoli come Londra o Parigi. Ma non è mai detta l’ultima parola.

In altre città europee il trasporto pubblico gratuito è stato sperimentato part-time, con corse gratis in alcune fasce orarie o nei fine settimana, oppure in piccole città. Forse però Parigi potrebbe provare, dato che l’amministrazione aveva espresso l’intenzione di avviare una sperimentazione simile a quella di Tallinn. In questo caso sarà davvero una rivoluzione.

“Se una città di queste dimensioni farà questo passo, altre la seguiranno, è inevitabile: non ho alcun dubbio”, ha affermato Alaküla.

E in Italia? Roma forse ha già troppi problemi, ci accontenteremo di autobus in orario.

A cura di Valeria Bellagamba