CONDIVIDI
(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Continua la perturbazione che da ieri ha portato una nuova ondata di maltempo sull’Italia. Un colpo di coda dell’inverno che per la verità su buona parte della Penisola non c’è stato, ma si fa sentire ora, con precipitazioni diffuse, anche nevose, e brusco calo delle temperature. Nelle prossime ore il tempo peggiorerà. Ecco gli ultimi aggiornamenti dalle previsioni meteo.

Maltempo sull’Italia: neve e freddo

L’attesa ondata di maltempo arrivata ieri sull’Italia, a cominciare dalle regioni di nord-ovest e che si sta spostando verso est, continua ad insistere sul nostro territorio, portando freddo, pioggia e neve. L’alta pressione resterà lontana dal bacino del Mediterraneo, mentre un flusso di correnti fredde settentrionali alimenteranno un vortice di bassa pressione che da ovest di sposterà verso i Balcani, interessando la nostra Penisola. Questo vortice porterà un clima decisamente invernale al Nord, con vento sostenuto, mentre al Sud il tempo sarà ancora mite.

Il vortice depressionario, sebbene confinato sui settori occidentali dell’Italia, interesserà buona parte del nostro territorio, con un fronte temporalesco che investirà prima la Sicilia occidentale, poi la Campania, la Lucania, il Molise e la Puglia settentrionale. Il centro Italia sarà coperto da nubi e interessato da precipitazioni, così come le regioni di nord-ovest. Su Alpi orientali, coste ioniche e Salento, invece, il tempo sarà asciutto.

Previsioni per mercoledì 7 febbraio. La bassa pressione si sposterà sulla Sardegna e sull’Italia centrale, portando piogge e temporali. Saranno interessate dal maltempo le regioni del Centro-sud, anche con fenomeni di moderata intensità sulla Campania e localmente sul Lazio e sulla Toscana. Qualche fenomeno residuo interesserà ancora il Nord-wst, mentre il tempo migliorerà al Nord-ovest.

Tra martedì 6 e mercoledì 7 febbraio sono attese nuove nevicate, anche in bassa quota, nelle regioni di Nord-ovest, sulle zone interne della Liguria, anche fino a 200-300 metri di quota, e sul basso Piemonte. La neve è attesa, sempre a quote collinare, tra oggi e domani, sul basso Triveneto e sull’Appennino emiliano-romagnolo, dai 700-1100 m su quello centrale, sopra i 1000-1400m su quello meridionale.

Le temperature saranno rigide al Nord, mentre al Sud saranno mitigate dai venti meridionali.

Previsioni meteo della settimana di 3bmeteo