CONDIVIDI

Quello che vi proponiamo è un video di qualche anno fa che ha come soggetto un polpo. Si tratta di una di quelle curiosità dal mondo che spesso affascinano i viaggiatori e che, durante le loro vacanze, sperano sempre di incontrare. Nello specifico, questa volta vi mostriamo l’incredibile capacità di mimetismo di un polpo. La notizia è stata rimbalzata da poco da Focus sui suoi social e il dilemma di “Dove si trova il polpo?” è impazzato nel web.

Dove si trova il polpo?

A girare questo video è stato il sub Jonathan Gordon che lo aveva postato su Imgur alcuni anni fa, come abbiamo detto, ma è tornato virale da qualche giorno. Nelle immagini dovremmo vedere un polpo comune, un octopus vulgaris, che si mimetizza.  Si tratta di un atteggiamento comune dei polpi, come spiegano i ricercatori della Woods Hole Oceanographic Institution, Massachusetts. Solo che nei fondali caraibici questo polpo sembra letteralmente sparire. Il mimetismo è una delle armi migliori per difendersi dagli attacchi dei predatori e visto che questo polpo è un “pranzetto” molto ambito dagli animali carnivori del mare, la sua tecnica di mimetismo deve essere sublime, come effettivamente è!

Nel video seguiamo rapidamente la discesa del sub verso il fondale e non notiamo niente fino a quando il polpo non si muove e comincia a gonfiarsi, disturbato dal sub. L’animale cambia diverse volte colore, mimetizzandosi con la barriera corallina sottostante e, a tratti, diventa anche quasi blu fosforescente, un colore shock per gli animali del mare che, probabilmente dovrebbero essere spaventati e fuggire.

Questo video, se si fa un fermo immagine dell’inizio, diventa un escamotage divertente per far conoscere il mimetismo ai bambini a scuola o per intrattenervi con amici e parenti durante le cene e i pranzi. Provate a mettervi alla prova e trovate tutti insieme il polpo che si mimetizza. Ve lo assicuriamo, riuscirci è molto difficile!

Curiosità dal mondo animale

Se siete appassionati di curiosità dal mondo animale noi di Viagginews ne abbiamo raccolte un po’ per voi! Ecco le più interessanti: