CONDIVIDI

Ottobre finora è stato piuttosto generoso dal punto di vista meteorologico, dato che è stato uno dei più caldi degli ultimi 10 anni. E lo si può definire anche uno dei più avari in termini di pioggia dato che è stato il più secco degli ultimi 60 anni. Ma ora che volge al termine e ci affacciamo a Novembre la situazione sta per cambiare.

Stiamo entrando nel mese di Novembre che stando alle previsioni a lungo termine farà quello che ottobre non ha fatto: sarà un mese molto piovoso e freddo. Proprio a Novembre arriverà la prima ondata di gelo (e non sarà di certo l’ultima, né la più fredda: l’inverno 2017/18 si annuncia infatti molto intenso) e arriveranno molti temporali. Piogge quanto mai necessarie viste le condizioni di siccità in cui versa ancora il nostro Paese.

Ma prima di questa situazione così invernale c’è ancora qualche giorno di tempo e un Ponte di Ognissanti che si prevede sotto l’egida del sole. Nei prossimi giorni avremo bel tempo sul nostro Paese, ma farà freddo. L’Italia infatti sarà investita da un’Alta Pressione fredda che se da una parte assicurerà sole e stabilità dall’altra farà scendere il termometro anche sotto la media del periodo. Poi dal 5 novembre l’Alta Pressione cederà il passo alla Bassa Pressione e sulla nostra Penisola arriveranno piogge abbondanti.

Meteo Ponte di Ognissanti: sole e freddo

L’Italia è terra di dominio per l’Alta Pressione che assicurerà in questi giorni di fine ottobre ed inizio novembre bel tempo su quasi tutta la Penisola. Piccoli cedimenti li avremo martedì 31 sulla Sicilia, la Calabria e la Sardegna orientale dove potranno verificarsi delle piogge abbondanti, e il 1 novembre su Sicilia e Calabria tirreniche.

Sul resto del Paese, salvo qualche addensamento sulle regioni tirreniche e sul Triveneto e foschie mattutine sulla Pianura Padana, sarà il sole a farla da padrone. Ma come abbiamo detto le temperature scenderanno. Assisteremo ad una graduale diminuzione termica su tutte le regioni specie nei valori massimi che non andranno oltre i 16 gradi al nord e ai 20 al Centro-Sud.

Molto ampia la forbice dell’escursione termica fra giorno e notte. A Bolzano, città più fredda d’Italia, la massima sarà di 19 gradi e la minima di 0 gradi: differenza notevole quindi. Anche a Roma la forbice è ampia: 5 gradi di minima e 19 di massima. In generale al Nord le minime saranno intorno ai 6 gradi, al Centro Sud qualche grado in più (9 gradi di minima ad Ancona e Napoli). Decisamente più caldo sulle isole: 17 gradi di minima a Palermo e Cagliari. La massima più bassa l’avremo a Potenza con appena 11 gradi.

Dal 4-5 novembre al Nord Ovest arriveranno correnti umide di Libeccio che porteranno molte piogge sulla Liguria, la Lombardia ed il Piemonte. Il fronte del maltempo alimentato dalla perturbazione atlantica si allargherà poi alle regioni centrali. Con le piogge potremmo avere anche un graduale aumento termico.