CONDIVIDI
La cascata pietrificata di Hierve el Agua, in Messico (Lavintzin, CC BY-SA 2.5, Wikipedia)

Sembra il paesaggio di una favola, in attesa di essere liberato da un incantesimo. Siamo in Messico, nello Stato di Oaxaca, a circa 70 km dall’omonima città capoluogo, e tra le montagne spicca una cascata pietrificata. Si chiama Hierve el Agua ed è una formazione rocciosa naturale che ha l’aspetto di una cascata. Un luogo incredibilmente suggestivo.

La cascata pietrificata di Hierve el Agua

Da lontano può sembrare strano che quella cascata di schiuma bianca che scende dalle rocce dia l’impressione di restare ferma, come se fosse sospesa nello spazio e nel tempo. Un fermo immagine curioso e un po’ inquietante. Eppure è proprio così, Hierve el Agua è una cascata pietrificata. Le acque che scendevano dalle montagne di questo altopiano messicano migliaia di anni fa, con il tempo si sono calcificate con l’accumulazione di minerali e carbonato di calcio, formando quella che è a tutti gli affetti una cascata di roccia minerale. Come le stalattiti e le stalagmiti nelle grotte. La cascata di Hierva el Agua (acqua che bolle, in spagnolo) è cristallizzata per sempre.

Assomiglia ad una di quelle cascate di ghiaccio che si formano durante l’inverno in Nord America. Come ad esempio è accaduto qualche anno fa perfino alle Cascate del Niagara. Ma qui non c’è ghiaccio è solo una formazione calcarea che scende dalla montagna di roccia e alberi. Un fenomeno eccezionale ed incredibilmente spettacolare, molto raro. L’altra cascata calcificata nel mondo è quella di Pamukkale, in Turchia, con le sue piscine naturali a terrazza, che contengono acqua termale. Un altra meraviglia della natura.

La cascata di Hierve el Agua si chiama “acqua che bolle” per via delle sue sorgenti naturali che gorgogliano. L’acqua si deposita in alto, in piscine naturali chiuse tra le rocce della montagna, ed esce un po’ alla volta. Questo ha fatto sì che scendendo goccia dopo goccia, come nelle stalattiti di una grotta, il carbonato di calcio e gli altri minerali si depositassero sul fianco della montagna, creando la spettacolare cascata pietrificata. Questa meraviglia si nota anche da lontano, perché il bianco della roccia calcarea spicca sulle rocce più scure della montagna e il verde che le ricopre.

Per la precisione di tratta di due formazioni rocciose, o cascate pietrificate attigue, una alta 90 metri e l’altra 50 metri. Le piscine che si trovano in cima alla cascata sono alcune naturali altre artificiali, su più livelli, hanno un’acqua turchese e offrono una vista spettacolare a pochi metri dallo strapiombo.

Hierve el Aqua si trova nel territorio del comune di San Lorenzo Albarradas.

Piscine naturali a Hierve ed Agua, Messico (ProtoplasmaKid, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Come arrivare

Raggiungere Hierve el Agua è impegnativo, ma la bellezza del luogo vi ripagherà abbondantemente. Dalla città di Oaxaca dovere prendere la carretera panamericana, che coincide con la strada 190, in direzione di Santa María del Tule, Teotitlán e Mitla. All’altezza del bivio per San Pablo Villa de Mitla imboccate la strada 179, quindi, seguendo le indicazioni prendete la strada di montagna per Xaagà che vi porterà a Hierve el Agua. Dopo Xaagà proseguite fino a Roaguía, qui trovate il parcheggio dove lasciare la macchina, un ristorante e servizi per i turisti. Dovete poi proseguire a piedi per una strada sterrata che vi porterà infine alle piscine in cima alla cascata pietrificata. La strada di montagna per arrivare a Hierve el Agua è stretta e tortuosa e richiede un’auto robusta e in perfette condizioni, oltre che una certa abilità alla guida.