ViaggiNews

Fa il bagno al mare: parassiti gli mangiano le caviglie

martedì, 8 agosto 2017

creature marine

Brighton Beach, Melbourne (iStock)

Fa il bagno al mare: strane creature marine, forse parassiti, “mangiano” piedi e caviglie ad un ragazzo di 16 anni. Il fatto sconcertante è accaduto nella baia di Melbourne, in Australia. I particolari.

Fa il bagno al mare: parassiti gli mangiano le caviglie

Un episodio terrificante e ancora misterioso, quasi uscito da un film dell’orrore, è quello è accaduto nei giorni scorsi a Sam Kanizay, un ragazzo australiano di 16 anni. Sam è stato portato d’urgenza in ospedale dopo aver fatto un semplice bagno al mare, che però si è rivelato un film dell’orrore.

Il fatto è avvenuto nella baia di Melbourne, città del sud dell’Australia, famosa meta turistica. Qui nella spiaggia di Brighton, a Dendy Street, a sud-est della città, dove si affacciano coloratissime e caratteristiche cabine in legno, Sam Kanizay è entrato in acqua per fare il bagno quando all’improvviso è stato assalito da strane creature marine che hanno iniziato ad attaccarglisi ai piedi e alle caviglie. Il ragazzo non si è accorto di nulla, perché non ha provato dolore. E’ stato il padre Jarrod, insieme al quale era in spiaggia, a notare le caviglie insanguinate del figlio. Il ragazzo aveva strani animaletti che gli si erano attaccati alla pelle. Probabilmente di parassiti.

Le caviglie ferite del ragazzo australiano

Il sanguinamento non si fermava, così il padre ha portato il figlio in ospedale. Perfino i medici sono rimasti sconcertati quando visto le ferite sulle caviglie del ragazzo. Sam potrebbe essere stato attaccato da pulci o pidocchi di mare, gli isopodi, che tuttavia non attaccano l’uomo. Si tratta di parassiti che si trovano in tutti i mari eanche in quelli italiani. Di solito assaltano i pesci, ai quali si attaccano con uncini in grado di lacerare la pelle. Quindi succhiano il sangue delle loro vittime che a volte possono morire per dissanguamento. Non si ricordano casi di attacchi agli esseri umani, almeno finora. Il contatto tra isopodi ed esseri umani di solito provoca un pizzicore accompagnato da una breve eruzione cutanea. che svanisce senza lasciare conseguenze.

Il professor Richard Reina, esperto di biologia marina presso l’università di Monash, ha rassicurato che gli attacchi dei pidocchi di mare all’uomo sono molto rari e che quando si verificano “basta uscire dall’acqua e scrollarseli di dosso per non avere conseguenze. In questo caso – ha sottolineato il professore – Sam è rimasto in acqua fredda per molto tempo e non ha nemmeno sentito alcun fastidio”.

Medici e biologi marini si sono interrogati su quali tipi di parassiti possano aver mangiato le caviglie al ragazzo. Per ora c’è molta prudenza sul caso. Secondo Michael Brown, esperto del mare, potrebbe trattarsi di un attacco da parte di larve di medusa, anche se ha ammesso di non aver visto nulla di simile in 20 anni di studi. Invece, Jeff Weir, direttore del Dolphin Research Institute, ritiene che l’attacco sia opera degli anfipodi, aggiungendo di essere stato vittima lui stesso di un attacco simile durante un’immersione notturna. “Faceva veramente freddo e non ho sentito nulla – ha spiegato – Solo quando sono riemerso mi sono reso conto che le mie guance e la mia fronte stavano sanguinando”. Le ipotesi dunque rimangono aperte.

Dopo il ricovero in ospedale del figlio, Jarrod Kanizay è tornato sulla spiaggia per vedere di che tipo di creature si trattasse. L’uomo ha buttato in acqua un pezzo di carne cruda e ha filmato la scena: subito i parassiti sono accorsi ed hanno assaltato il pezzo di carne.

Il video, impressionante, è stato pubblicato su Facebook

VIDEO: Fa il bagno al mare e parassiti gli mangiano le caviglie, il caso del ragazzo australiano

Tags:

Altri Articoli Interessanti: