ViaggiNews

Spiagge delle Eolie: dove andare a Stromboli

martedì, 2 maggio 2017

Stromboli (iStock)

Le spiagge delle Eolie sono molto numerose e varie. Nonostante l’arcipelago sia formato da isole prevalentemente montuose, troviamo una gran varietà di spiagge e calette, sabbiose e rocciose. Arenili davanti ai centro abitati o piccole baie raggiungibili sono via mare. Dopo avervi mostrato le spiagge di Lipari, Salina, Panarea e Vulcano, vi portiamo qui sulla suggestiva e spettacolare isola di Stromboli. Anche qui, nonostante il vulcano attivo e le ridotte dimensioni dell’isola, poco più di 12 km², troviamo diverse spiagge, molto belle, dove prendere il sole e fare il bagno.

Spiagge delle Eolie: dove andare a Stromboli

L’isola vulcanica di Stromboli, vulcanica come le altre delle Eolie, ma con il vulcano attivo, ha una costa imponente che va assolutamente visitata dal mare, con un giro in barca. Tanti ne vengono organizzati sull’isola. Stromboli ha diverse spiagge, anche grandi, alcune accessibili via terra, altre via mare. Scopriamo quali sono.

Sulla punta nord-orientale dell’isola di Stromboli si affaccia la grande spiaggia di Scari. Una lunga spiaggia nera, formata da ciottoli lavici e con una vista panoramica sullo scoglio di Strombolicchio. La spiaggia si trova davanti al centro abitato di San Vincenzo ed è sperata in due parti dal molo impiegato per l’approdo dei traghetti. La grande spiaggia viene usata anche per il ricovero delle barche. L’arenile nero di Scari è bagnato da un’acqua limpida e cristallina, in un gioco di contrasti, tra spiaggia e mare davvero suggestivo.

Stromboli, spiaggia di Scari (iStock)

Poco più a sud di Scari e superato un costone roccioso, si trova la spiaggia di Forgia Vecchia, proprio sotto il cratere del vulcano. Anche qui troviamo un arenile scuro, di ciottoli e sassolini, ma più piccolo. Una spiaggia selvaggia, dove scende il costone roccioso del vulcano ricoperto di vegetazione scura. Forgia Vecchia è bagnata da un mare blu scuro. La spiaggia è raggiungibile solo via mare, oppure attraverso un sentiero che parte da Scari, con una ripida discesa dalla montagna. Solo per escursionisti esperti. Il resto della costa meridionale di Stromboli è interamente roccioso, con costoni a picco sul mare. Alcuni tratti segnati dalle antiche colate di lava al mare.

Sulla costa sud-occidentale poco prima del piccolo centro abitato di Ginostra si incontra l’approdo di Lazzaro. Una minuscola baia di sassi neri levigati, con una micro spiaggetta collegata al mare da uno scivolo per le barche. La spiaggetta rocciosa si raggiunge percorrendo un sentiero a picco sul mare, circondato dalla vegetazione e dai fichi d’india, che parte da Ginostra. Il percorso dura circa 15/20 minuti e vale veramente la pena percorrerlo. La baia dell’approdo di Lazzaro nasconde uno spettacolare arco sottomarino che la rende una grande attrattiva per gli appassionati di immersioni.

Porto di Ginostra, Stromboli (Hein56didden, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Il minuscolo centro abitato di Ginostra è arrampicato sul costone roccioso a strapiombo sul mare. Al di sotto si apre la piccola baia rocciosa di Pertuso (buco), un tempo il porto più piccolo del mondo. Qui si trovano il molo per l’approdo dei traghetti e lo stallo per le barche. Non c’è la spiaggia, ma troviamo delle piscine naturali, conosciute come piscinette di Ginostra o Stromboli, circondate da rocce che affiorano da un mare color cobalto, indaco e smeraldo. Le piscinette sorgono a ridosso dell’area di ricovero delle barche. Una zona impervia, ma incredibilmente bella. Il posto ideale per gli amanti delle immersioni.

Sulla costa nord-occidentale dell’isola si trova il grande canalone dove scendono i detriti e la lava delle eruzione. Uno spettacolo al quale assistere in barca, alla giusta distanza.

Infine, ci sono le spiagge della costa nord-orientale, a ridosso del centro abitato di Piscità. Qui troviamo la Spiaggia Lunga, tra Punta Frontone e Punta Restuccia, un lungo arenile di sabbia nera, ciottoli neri e rocce vulcaniche, chiuso dalla montagna ricoperta di verde. Più a est, a ridosso del centro abitato, si trova Ficogrande, una grande spiaggia di sabbia e ciottoli neri, bagnati da un mare blu intenso, dove si affacciano le tipiche casette bianche eoliane. Ficogrande è l’unica spiaggia attrezzata dell’isola di Stromboli, e la più frequentata, con stabilimenti balneari, bar, ristoranti e anche un campo da beach volley. Davanti alla spiaggia si staglia al largo lo scoglio di Strombolicchio.

La baia di Ficogrande è chiusa a est da un molo per l’approdo di aliscafi e traghetti. Oltre il molo si trova Punta Lena. Qui sorge una spiaggia stretta di grandi ciottoli vulcanici e scogli. Dalle terrazze che sovrastano la spiaggia si affacciano ville e ristoranti. Quindi il litorale si ricongiunge con la spiaggia di Scari.

Spiagge delle Eolie: Stromboli. Video

Tags:

Altri Articoli Interessanti: