ViaggiNews

Spiagge delle Eolie: dove andare sull’isola di Salina

sabato, 22 aprile 2017

Salina, Pollara dall’alto, Isole Eolie (Ghost-in-the-Shell, CC BY 2.0, Wikicommons)

Prosegue la nostra rassegna sulle spiagge delle Isole Eolie, dopo quelle di Lipari vi portiamo sulle spiagge della vicina Isola di Salina, la seconda per dimensioni dell’arcipelago.

Salina è un’isola prevalentemente montuosa con poche spiagge, ma molto belle e suggestive. Il suo territorio è occupato da due vulcani spenti, Monte Fossa delle Felci (962 m) e Monte dei Porri (860 m), che formano la Riserva naturale Le Montagne delle Felci e dei Porri e conferiscono all’isola un aspetto selvaggio, con alte coste rocciose. Per la sua vegetazione rigogliosa Salina è chiamata anche l’isola verde.

Spiagge delle Eolie: Salina

La costa quasi interamente rocciosa per la presenza di due vulcani spenti che tagliano in due l’isola di Salina, tanto da farla sembrare doppia, lascia poco spazio alle spiagge di questa perla delle Eolie. Spiagge che tuttavia sono molto particolari e suggestive, circondate da ripide rocce e da una vegetazione rigogliosa.

Per le sue caratteristiche montuose e vulcaniche, l’isola di Salina va visitata con un giro in barca, per ammirarne la bellissima costa con le particolari formazioni rocciose, le baie e i porticcioli affacciati sul mare. Da non perdere, poi, la strada costiera che corre sul versante nord-orientale collegando i comuni di Santa Maria Salina e Malfa. Un percorso di  curve e i tornanti a picco sul mare con un panorama mozzafiato.

 

Baia di Pollara, Salina, Eolie (fab., CC BY 2.0, Wikicommons)

Tra le spiagge imperdibili di Salina, segnaliamo quella di Pollara, sulla costa nord-occidentale dell’isola. Qui, a ridosso del promontorio roccioso di Punta Perciato, sotto una ripida scogliera ad anfiteatro, si apre una piccola baia rocciosa con scalini e discese al mare, usati come approdo per piccole barche di pescatori. La spiaggia è impervia ma di una bellezza stupefacente, una delle più belle delle Eolie. Oltre ai gradini in pietra, la baia è composta di ghiaia e sassi scuri, con un’acqua limpidissima, di colore blu e smeraldo. Sul fondale sono visibili i resti del cratere di un antichissimo vulcano sommerso, segnato anche dagli scogli e faraglioni in mare. Fare il bagno qui è come farlo nella bocca del vulcano. Dalla spiaggia di Pollara, poi, si ammira uno dei tramonti più belli del mondo. La spiaggia si raggiunge percorrendo un sentiero ripido con scalinata che passa davanti alla casa dove furono girate alcune scene del film Il Postino, con Massimo Troisi. Il sentiero è stato intitolato all’attore.

Un’altra spiaggia famosa dell’isola di Salina è la Spiaggia dello Scario, una piccola baia ghiaiosa che si apre tra le rocce a pochi minuti a piedi dal comune di Malfa, sul litorale settentrionale dell’isola. Questa spiaggia è più ampia e accessibile di quella di Pollara, formata da sassi levigati e circondata da una splendida e ricca vegetazione. Comoda per fare il bagno, con una fantastica acqua limpida e cristallina. La spiaggia prende il nome da Punta Scario.

Porto e spiaggia di Rinella, Salina, Eolie (Ji-Elle, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Sul versante meridionale di Salina troviamo la spiaggia di Rinella, dal nome della frazione del comune di Leni. Si tratta di una suggestiva baia a forma di mezzaluna, con sabbia e rocce scurissime, affacciata su un mare color smeraldo e chiusa da un costone roccioso ricoperto di vegetazione, dove sono scavate alcune grotte che venivano usate come ricovero per le barche dei pescatori. Il fondale marino è basso e offre uno spettacolo eccezionale agli amanti delle immersioni. In acqua si possono osservare gli “sconcassi” fenomeni vulcanici che consistono nella fuoriuscita di gas e vapori dal fondale.

Nel comune di Santa Maria di Salina si trova la spiaggia di Santa Maria, un lungo e ampio litorale formato da grandi sassi levigati, con attrezzature balneari e servizi. Una spiaggia cittadina di facile accesso, affacciata su un mare color cobalto e con vista sulle isole di Lipari e Panarea.

Infine, nella punta meridionale dell’isola di Salina troviamo la suggestiva e selvaggia spiaggia di Lingua, una costa erbosa di sassi, cespugli e arbusti della macchia mediterranea, all’interno della quale si apre un laghetto salato. Su Punta Lingua si affaccia il faro.

 

VIDEO: Isola di Salina, spiagge delle Eolie

Tags:

Altri Articoli Interessanti: