ViaggiNews

I cammini bellissimi da fare in Italia, da Nord a Sud

venerdì, 7 aprile 2017

cammini

Cammini: Assisi, campagna (iStock)

Da qualche tempo cammini e pellegrinaggi sono diventati molto popolari. Dal più famoso Cammino di Santiago, che dai Pirenei attraversa il nord della Spagna per arrivare nella Cattedrale di Santiago de Compostela, alla nostra Via Feancigena. Sempre più persone si mettono in strada, a piedi, su percorsi affascinanti nella natura, per antichi sentieri, attraverso piccoli borghi, città storiche e santuari. Gli itinerari che percorrevano i pellegrini nel Medioevo, ma anche quelli dei pastori e della transumanza. I cammini esercitano un grande fascino e ci riportano ad una dimensione più autentica, concreta e spirituale al tempo stesso, dove riscoprire le nostre origini e la nostra storia. Dove ritrovare se stessi, lontano dal caos e dagli artifici.

Cammino di Assisi

Santuario de La Verna, Corridoio delle Stimmate (Geobia, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Uno dei pellegrinaggi più spirituali d’Italia è senz’altro il Cammino di Assisi che attraversa il Centro Italia fino alla città del San Francesco. La partenza è da Montepaolo Dovadola in Romagna, vicino Forlì, per giungere in 14 tappe fino ad Assisi, passando per il famoso santuario francescano de La Verna, attraverso le foreste Casentinesi, in provincia di Arezzo. Il cammino prosegue per Sansepolcro, sempre in Toscana, per poi entrare in Umbria, attraverso Città di Castello, Pietralunga, Gubbio e Valfabbrica. Un itinerario costellato dalle bellezze paesaggistiche di questo tratto di Italia centrale e da luoghi ricchi di spiritualità come il Bosco e il Santuario della Verna. Per compiere il Cammino di Assisi e vederselo riconosciuto come pellegrinaggio, bisogna iscriversi sul sito web dedicato. Per Info: www.camminodiassisi.it

Cammino di Sant’Antonio

Cammino di Sant’Antonio (Giorgio Minguzzi, CC BY-SA 2.0), Flickr)

Il Cammino di Sant’Antonio è un altro importante pellegrinaggio dedicato ad un santo famoso. Il percorso va da Venezia a Padova, città di Sant’Antonio. Una versione più corta prevede la partenza da Camposampiero, comune del padovano, mentre una percorso più lungo arriva fino al Santuario de La Verna, collegandosi con il Cammino di Assisi, passando per Montepaolo e Dovadola. Per informazioni: www.ilcamminodisantantonio.it

Via Francigena del Sud

Segnale della Via Francigena (J.P.Lon~commonswiki, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

La Via Francigena o Vie Francigene è uno dei pellegrinaggi più importanti d’Europa, che nel Medioevo collegava la città inglese di Canterbury a Roma, centro della cristianità, attraversando l’Europa continentale e passando per un lungo trattato in Francia, da cui prende il nome. Esistono diversi percorsi della Francigena, la maggior parte dei quali sono fatti di strade sterrate di campagna. Recentemente, poi, sono stati individuati degli itinerari che partono dal Sud Italia, ad esempio dalla Sicilia, come la Magna Via Francigena tra Palermo e Agrigento. Nonché un pellegrinaggio da Roma a Brindisi, passando per l’Appia Antica, che sarebbe stato la prosecuzione della Francigena verso Gerusalemme. Questi itinerari prendono il nome di Via Francigena del Sud e i tracciati, in via di definizione, sono tutti da scoprire. Del pellegrinaggio da Roma a Brindisi sono state individuate cinque direttrici di Sviluppo: Appia Antica, Appia Traiana, direttrice Micaelica, Litoranea, direttrice da Genzano di Lucania a Brindisi. Percorsi che attraversano il basso Lazio, la Campania, il Molise, la Basilicata e la Puglia fino a Brindisi, e da qui sono diretti a Santa Maria di Leuca alla volta della Terra Santa. Un itinerario affascinante nell’entroterra del Sud della Penisola. Per informazioni: www.viefrancigenedelsud.it

Cammino dei Briganti

Sante Marie (Wikipedia)

Un nuovo e spettacolare itinerario è quello del Cammino dei Briganti. Si tratta di un percorso di 100 km ad anello, tra Abruzzo e Lazio, che parte e arriva a Sante Marie, in provincia dell’Aquila, vicino Tagliacozzo. Il cammino segue i sentieri percorsi 150 anni fa dai briganti della Banda Cartore, che vivevano in clandestinità sulle montagne. È stato tracciato da Luca Gianotti, fondatore e guida de La Compagnia dei Cammini, che ha perlustrato la zona, inserendo la tipica segnaletica bianca e rossa. Il Cammino dei Briganti si sviluppa tra gli 800 e 1300 metri di quota, alle pendici del Monte Velino (terza cima degli Appennini). Si attraverseranno la Val de Varri, Nesce, nel Lazio, la Valle del Salto, per rientrare in Abruzzo. Luoghi attraversati anche da San Francesco D’Assisi. Info: camminobriganti.wordpress.com

La Via della Transumanza

Capestrano, provincia dell’Aquila (Foto Ra Boe. CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Infine, segnaliamo un altro affascinante itinerario, quello dei pastori del Sud Italia lungo gli antichi tratturi della transumanza, dall’Abruzzo alla Puglia. Oggi vengono attraversati a piedi e in bicicletta, alla scoperta di paesaggi straordinari e percorsi che si perdono nel tempo, testimonianza di civiltà antichissime. Il tratturo italiano più lungo e importante è il Tratturo Magno da L’Aquila a Foggia, che va dall’Abruzzo alla Puglia, passando per il Molise. Un percorso dalla montagna al mare, lungo 244 km, attraverso città, santuari, campagne e borghi storici. Informazioni: www.leviedeitratturi.com

VIDEO: l’Appia e la Via Francigena del Sud

A cura di Valeria Bellagamba

Tags:

Altri Articoli Interessanti: