Home Curiosità Londra, prezzo stratosferico per la casa con una clamorosa caratteristica

Londra, prezzo stratosferico per la casa con una clamorosa caratteristica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48
CONDIVIDI
Fervono i lavori per la ristrutturazione (Google Street View)
Fervono i lavori per la ristrutturazione (Google Street View)

A Londra si sa che le case costano tanto, a volte addirittura tantissimo. Da quella più piccola, ma dal prezzo incredibilmente alto, a quella il cui affitto costa pochissimo, perché in cucina c’è un qualcosa di decisamente inaspettato. Ma le sorprese nel mercato immobiliare londinese non finiscono qui. Già perché ci sono perfino in vendita case senza finestre.

Se volete trasferirvi nella capitale inglese e soprattutto sopravviverci fra affitti, mezzi pubblici e spesa, consultate la nostra guida per gli italiani a Londra e fate attenzione agli annunci. Perché potreste imbattervi nell’ultima proposta stratosferica (dal punti di vista economico) e assurda (dal punto di vista della casa).

Un’immobiliare di Londra, la Beresford Residencial, ha messo in vendita degli appartamenti in costruzione a Brixton, quartiere sud di Londra, a 450mila sterline, circa 600 mila euro. Vi chiederete cosa c’è di strano. Beh, questi appartamenti non hanno finestre, “senza sbocchi esterni” c’è scritto sull’annuncio. Si tratta di monolocali e bilocali definiti di lusso in un edificio in ristrutturazione. Queste abitazioni hanno lucernari e ‘pozzi di luce’ nel soffitto da cui filtra un po’ di luce.

Nessuno ancora si è fatto avanti per l’acquisto, ma l’agenzia non ha timori e crede in poco tempo di concludere le vendite in quanto il prezzo è al di sotto della media della zona che si attesta intorno alle 525 mila sterline come ha rivelato il venditore Henry Pryor all’inglese Daily Mail.

CONDIVIDI
Articolo precedenteWeekend last minute a Barcellona
Articolo successivoMeteo, dopo Golia arriva la sciabolata artica
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.