Meteo, dopo Golia torna l’inverno e la neve: ecco dove

 MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images
MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images

Un weekend all’insegna del maltempo. L’ultimo fine settimana di febbraio si preannuncio disastroso ed allarmante secondo le previsioni meteo. Sta per abbattersi infatti sull’Italia un ciclone, rinominato Golia, che porterà temporali, nubifragi e fortissime raffiche di vento pressoché su tutta la Penisola (qui le previsioni dettagliate per il weekend).

E dopo Golia? Il ciclone dovrebbe persistere sull’Italia per un paio di giorni, dopo di che lascerà spazio a qualche giornata asciutta. Ma è solo una piccola pausa perché come preannunciato dagli esperti meteo nei giorni scorsi ci sarà un colpo di coda dell’inverno.

Dopo un lungo periodo di Alta Pressione che ormai ci aveva fatto rassegnare ad una primavera anticipata, l’inizio di marzo sarà all’insegna dell’inverno. Intorno a mercoledì e giovedì si formerà un centro di Bassa Pressione che si posizionerà sull’alto Adriatico e favorirà l’ingresso di venti di Maestrale sul nostro Paese.

Da giovedì 4 e per tutto il resto della settimana sono attese piogge sul Nord Est ed il Centro-Sud in particolare su Toscana e Lazio. Un calo termico riguarderà tutta Italia con neve abbondante sulle Alpi giàa quota 200 metri e in pianura nel Piemonte. Neve anche sugli Appennini a quota 400 in particolare su Abruzzo e Molise.

 

 

Previous articleBohol: l’isola delle colline di cioccolato
Next articleGuida Antille: 5 isole da non perdere del paradiso dei Caraibi
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.