Previsioni, ecco quando arriverà l’inverno

neve
MARIO LAPORTA/AFP/GETTY IMAGES

Ormai è da prima che entrasse che ci chiediamo quando arriva l’inverno? Ne abbiamo avuto qualche assaggio (nella parte orientale dell’Italia anche più di qualche assaggio), ma finora lunghi periodi di freddo, precipitazioni e nevicate abbondanti non ce ne sono state.

Nel weekend che sta per arrivare ci sarà Golia che ci farà battere i denti e porterà temporali, localmente anche di forte intensità (qui il dettaglio delle previsioni) e ci ricorderà che siamo in inverno, ma anche Golia durerà poco. Fino alla metà del mese di febbraio infatti le previsioni meteo danno il bacino del Mediterraneo sotto l’egida dell’Alta Pressione il che significa temperature miti e clima soleggiato.

Stando a ilmeteo.it lo scenario cambierà verso fine mese quando infiltrazioni di origine subpolare decisamente fredde si insinueranno prendendo possesso del Mediterraneo centrale e dell’Italia. L‘Alta Pressione si rilegherebbe ad ovest dando modo a correnti fredde scandinavo russe di scendere sul nostro Paese portando temperature gelide e molta neve. E questa situazione di gelo, che stando alle previsioni riguarderebbe soprattutto i settori orientali del nostro Paese, dovrebbe perdurare per la prima decade di marzo. Insomma l’inverno si farà sentire di più verso la sua fine

 

 

Previous articleChiusura basi Ryanair in Italia: le ultime notizie
Next articleScoperta la mitica Atlantide: ecco dove si trova
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.