CONDIVIDI
Lago di Carezza (Thinkstock)
Lago di Carezza (Thinkstock)

ViaggiNews vi propone una panoramica sui laghi naturali italiani di montagna più belli e suggestivi, circondati da paesaggi incantevoli e fiabeschi, ma anche magici e insoliti, usciti da una favola alpina o da una leggenda carica di mistero.

Lago di Carezza

Lago di Carezza con il gruppo del Latemar (Thinkstock)
Lago di Carezza con il gruppo del Latemar (Thinkstock)

Il Lago di Carezza è uno dei laghi italiani più famosi al mondo, si trova in Alto Adige, nell’alta Val d’Ega, a 1.534 metri sul livello del mare. E’ un piccolo lago alpino circondato da abeti ed è famoso per i suoi colori intensi, che vanno dall’azzurro al verde smeraldo. Il nome tedesco è Karersee, mentre nella lingua ladina è chiamato anche “Lec de Ergobando” (o “arcoboàn”), “lago dell’arcobaleno”. IL lago è circondato da un panorama di montagna spettacolare formato dai gruppi del Catinaccio e del Latemar.

Lago di Braies

Lago di Braies (Foto di Fabio Visconti. Licenza CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)
Lago di Braies (Foto di Fabio Visconti. Licenza CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)

Sempre in Alto Adige si trova un altro incantevole lago di montagna, il Lago di Braies. Incastonato nell’omonima Val di Braies, una valle laterale alla Val Pusteria. Il lago è situato a 1.496 metri di altitudine, all’interno del Parco naturale Fanes – Sennes e Braies, sotto la parete rocciosa della Croda del Becco. Il nome in tedesco è Pragser Wildsee. Anche le acque di questo lago hanno un colore verde intenso.

Lago di Pilato

Lago di Pilato (Foto di Idéfix. Licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons)
Lago di Pilato (Foto di Idéfix. Licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons)

Il Lago di Pilato si trova sul Monte Vettore, nel Parco nazionale dei Monti Sibillini, nelle Marche, nel territorio del comune di Montemonaco. Il lago è a 1.941 metri di altitudine, appena sotto la cima del Monte Vettore. Si tratta di uno dei pochissimi laghi glaciali di tipo alpino presenti sugli Appennini. Il nome viene da un’antica leggenda, secondo la quale nelle sue acque sarebbe finito il corpo di Ponzio Pilato, dopo la condanna a morte da parte dell’imperatore Tiberio. La leggenda racconta che il corpo di Pilato, chiuso in un sacco, fu posto su un carro di bufali lasciati liberi di vagare senza meta e sarebbe caduto nel lago dall’affilata cresta della Cima del Redentore, una delle vette del gruppo montuoso del Vettore. A seguito di questa leggenda, il Lago di Pilato è stato considerato un luogo misterioso, sede di streghe e negromanti, con l’accesso vietato dalle autorità religiose. Nell’antichità il Lago di Pilato era chiamato anche lago della Sibilla.

Lago del Miage

Lago di Miage (Foto di Jf378. Licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons)
Lago di Miage (Foto di Jf378. Licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons)

Il Lago del Miage è un piccolo bacino che si trova a 2.020 metri di altitudine, ai piedi del massiccio del Monte Bianco, in Val Veny, in Valle d’Aosta. Le sue acque sono alimentate dall’omonimo ghiacciaio. Qui da oltre due secoli avviene un particolare fenomeno: il distacco di iceberg dalla falesia di ghiaccio a contatto con il lago, che provoca onde alte anche alcuni metri. Purtroppo, da qualche anno l’acqua del lago sta diminuendo a vista d’occhio, a causa del ritiro del ghiacciaio del Miage e degli altri ghiacciai sul Monte Bianco.

Laghi di Fusine

I Laghi di Fusine visti dal monte Mangart (Foto di Laagri, Estonia. Licenza CC BY 2.0 via Wikimedia Commons)
I Laghi di Fusine visti dal monte Mangart (Foto di Laagri, Estonia. Licenza CC BY 2.0 via Wikimedia Commons)

I Laghi di Fusine sono costituiti dal Lago Superiore e dal Lago Inferiore, di origine glaciale, situati in un anfiteatro calcareo creato dalla dorsale del Picco di Mezzodì del Monte Mangart, nel territorio del comune di Tarvisio. Il Lago Superiore si trova a 929 metri di altitudine, il Lago Inferiore a 924 metri. Vicino a quest’ultimo si trovano altri due minuscoli specchi d’acqua, chiamati laghi piccoli. Il lago Superiore alimenta il lago Inferiore per via sotterranea e quest’ultimo alimenta l’emissario di entrambi i laghi. I Laghi di Fusine si trovano nell’area protetta del Parco naturale dei Laghi di Fusine, vicino al confine con la Slovenia. Il nome sloveno è Belopeška jezera.

Lago di Fusine Superiore (Foto di Hubertl. Licenza CC BY-SA 4.0 via Wikimedia Commons)
Lago di Fusine Superiore (Foto di Hubertl. Licenza CC BY-SA 4.0 via Wikimedia Commons)
Lago di Fusine Inferiore (Foto di Eleassar. Licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons)
Lago di Fusine Inferiore (Foto di Eleassar. Licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons)

A cura di Valeria Bellagamba