Home Idee di viaggio Vacanze astronomiche: dove guardare le stelle

Vacanze astronomiche: dove guardare le stelle

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:14
CONDIVIDI

VEDERE LE STELLE VACANZE ASTRONOMICHE / Quante volte avete alzato gli occhi al cielo per guardare le stelle e a malapena siete riusciti a vedere la luna? Colpa dell’inquinamento luminoso: le nostre città hanno troppe luci che disturbano la visione della volte celeste.  Se avete voglia di godervi l’immenso spettacolo del nostro universo non vi resta quindi che partire verso qualche posto isolato e buio. La campagna va benissimo, ma ci sono dei luoghi nel mondo chiamati ‘oasi di buio certificate’, ovvero dei posti così immersi nell’oscurità dove potrete vedere tutte le stelle che volete.  Uno dei più famosi è la Foresta di Galloway, in Scozia (in Gran Bretagna ci sono altre due oasi Exmoor nel Devon e l’isola di Sark), che si contende il primato di ‘miglior punto d’osservazione delle stelle’ con la riserva di Alqueda in Portogallo. Inebriante e suggestivo è il cielo visto di notte nel deserto. Oasi di buio certificata, certo decisamente lontana ma ne vale la pena, è la Aoraki Mackanzie in Nuova Zelanda. In Africa potrete scendere in Sudafrica per osservare dalla parte opposta le grandi galassie oppure potrete volare in Sudamerica, in Cile, nel deserto di Atacama, dove è custodito il più grande telescopio del mondo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCompagnie aeree bizzarre: nudi in aereo
Articolo successivoVacanze on the road: la top five delle strade più belle del mondo – FOTO
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.