News | Vulcano Islanda, Enac: consigli per rimborsi e trasferimenti

NEWS VULCANO ISLANDA 2011 RIMBORSI BIGLIETTI / ROMA – Non è stato come Eyjafjöll, ma anche Grimsvotn ha creato parecchi disagi ai viaggiatori. L’eruzione del vulcano islandese, con la dispersione di cenere in molte zone del nord Europa, ha costretto diversi aeroporti a chiudere lasciando a terra i viaggiatori.  I consumatori che si sono visti cancellare il proprio volo o spostare la propria prenotazione su un altro vettore chiedono ora i danni. L’Enac, l’ente nazionale dell’aviazione civile, ha, a tal proposito, diffuso un vademecum in cui si chiarificano i diritti dei passeggeri in casi straordinari come questi. Innanzitutto le brutte notizie, ovvero che non si ha diritto al rimborso del biglietto, ma soltanto alla riproposizione su un altro volo o in alternativa il trasferimento in treno o in bus per la destinazione prescelta. Si ha diritto anche, in caso di ritardo della partenza, di assistenza con pasti e bevande ed ove l’eventualità lo renda necessario di pernottamento in albergo. In ogni caso è indispensabile controllare le condizioni contrattuali della propria compagnia aerea.

Per maggiori info: www.enac.gov.it

Previous articleIdee di Viaggio| Croazia, vacanze nei Fari sulle coste di Hvar e Cres
Next articleNews| Yemen, Stati Uniti ordinano il rientro dei diplomatici non fondamentali
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.