ViaggiNews

Guida Scozia: ecco tutto quello che c’è da sapere tra pub e rugby

venerdì, 6 maggio 2016

© Istock by Getty Images

© Istock by Getty Images

Guida Scozia: a quelli che non sono mai stati in questa Nazione che fa parte del Regno Unito, possono venire in mente diverse cose.  Il verde, la pioggia, il rugby e naturalmente William Wallace. Chi era costui? Ma naturalmente Mel Gibson in “Braveheart – Cuore impavido”, quello della famosa scena “potranno toglierci la vita ma non ci toglieranno mai la libertà”. Ecco, la Scozia è tutto questo: un Paese ricco di storia e tradizione, di forte appartenenza al gruppo e alla natura, oltre ovviamente al whisky, al kilt, alle cornamuse e allo sport della palla ovale per cui sono famosi in tutto il mondo.

Di solito qui in estate si riversano centinaia di studenti per imparare l’inglese: se anche voi siete tra quelli che vogliono andare a visitare le verdi colline imparando la lingua di Shakspeare, ecco tutto quello che dovete sapere.

Guida Scozia: come arrivare

Se volete arrivare in aereo, la Scozia ha quattro aeroporti internazionali: Aberdeen, Edimburgo, Glasgow e Glasgow Prestwick. Ogni giorno ci sono diversi voli serviti anche dalle compagnie low cost, come easyjet. Se invece volete andare in Scozia via autobus, magari perché siete già in Inghilterra, fate un’ottima scelta: si tratta del mezzo più economico, soprattutto se ci si rivolge a compagnie private. Con il treno, invece, partendo da Londra s’impiegano quattro ore per Edimburgo e cinque per Glasgow, ma il biglietto costa di più.

Guida Scozia: quando andare

Essendo un luogo piuttosto piovoso, come dicevamo prima, il periodo migliore per visitare la Scozia è tra maggio e settembre.  Molti posti prima infatti sono chiusi e andarci in inverno significa quasi sicuramente congelare nelle Highlands, anche se le grandi città sono comunque accessibili. Se invece volete andarci in agosto, sappiate che dovete prenotare con grandissimo anticipo perché proprio in questo mese c’è il festival di Edimburgo che porta in città moltissimi turisti.

Guida Scozia: cosa vedere

Partiamo con una premessa: non ci sono cose da non vedere in Scozia. Il paesaggio e l’atmosfera sono davvero accoglienti, dai castelli, alle Highlands, alle piccole isole selvagge e sperdute. Oltre ovviamente alle grandi città come o Glasgow, potreste organizzare un piccolo tour in altre zone meno battute, come ad esempio Black Isle, un’isoletta dal fascino solitario con delle casette bianche che reclamano un’atmosfera intima e fuori dalle tradizionali rotte turistiche.

Un altro luogo da vedere è E’ Drumnadrochit, tappa obbligata per chi visita Loch Ness (già quella del mostro)  e il castello in rovina di Urquhart Castle. Il paesello ha solo tre hotel e un piccolo microbirrificio da non farsi sfuggire.

Se invece vi piacciono i luoghi più grandi ma meno caotici, Stirlig fa al caso vostro: è una città di 32.000 abitanti, molto tranquilla e ricca di storia: nel castello venne infatti incoronata Mary Stuart, regina di Scozia dal 1542 al 1567 e nella chiesa fu invece ordinato re Giacomo IV di Scozia. E guarda caso, proprio vicino a questa città William Wallace, sconfisse gli Inglesi.

Guida Scozia: i pub migliori

La Scozia offre dell’ottimo whisky e della meravigliosa birra. Dove andare per provare quelli migliori? A Edimburgo segnatevi il Royal Oak, in centro, e il Pear Tree House, uno dei più antichi della Scozia, che si trova in un palazzo storico  residenza delle famiglie nobili della città e successivamente utilizzato come sede centrale di una distilleria di birra. 

Un altro pub è il Best Devis Inn nelle Hightlands: da provare anche il cibo oltre che la birra. Un posto molto suggestivo è il

The Clachaig Inn è invece un pub nellavalle di Glencoe, considerata una delle zone più belle della Scozia. Al suo interno i classici pavimenti in pietra, ottimo cibo, ottimo vino e il cloutie dumpling, (un dolce scozzese con uvetta sultanina).

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: