ViaggiNews

Carnevale 2014, ecco dove andare: da Putignano ad Acireale

venerdì, 14 febbraio 2014

466082265

Carnevale 2014, dove festeggiare/Roma – Il Carnevale – che quest’anno cade dal 15 febbraio al 4 marzo – è una delle feste preferite sia dai più piccoli sia dagli adulti per la sua spensierata, leggera e soave allegraia. Per un breve periodo è possibile mettere da parte problemi e ansie – o almeno provarci – e divertirsi a lanciare coriandoli e stelle filanti, scendere per strada a ballare e a divertirsi senza vergogna alcuna. Gli antichi latini dicevano “Semel in anno licet insanire”, ovvero una volta l’anno è lecito impazzire, e questo è, probabilmente, proprio il periodo giusto per farlo. In ogni borgo, paese o città è possibile vedere orde di maschere schiamazzanti e felici e in molti posti le amministrazioni organizzano sfilate con la premiazione della maschera più bella. Ma quali sono le città dove festeggiano i Carnevali più famosi in Italia? Proviamo a elencare i più famosi.

Il più famoso di tutti è, sicuramente, il Carnevale di Venezia, che è anche quello nel quale poter vedere le maschere più eleganti. A seguire c’è il Carnevale di Viareggio, in Toscana, dove sfilano bellissimi carri allegorici in cartapesta. Famoso, anche, il Carnevale di Cento, che è gemellato con il più noto Carnevale di Rio de Janeiro, del quale cerca di emulare le bellezze ospitando, ogni anno, ragazze in micro costumi che danzano a ritmo di samba. A Ivrea, in Piemonte, si tiene la storica battaglia delle arance, conosciuta in tutto il mondo. A Putignano, in Puglia, è possibile ammirare, quest’anno i carri allegorici dedicati alle opere di Giuseppe Verdi. In Sicilia, ad Acireale, sfilano, invece, i carri allegorici infiorati, ovvero strutture in ferro interamente ricoperti di fiori freschi. Bellissimo e particolare il Carnevale in Sardegna che tradizionalmente inizia con la festa dei fuochi di Sant’Antonio Abate (Ottana), il 17 gennaio, e si conclude il mercoledì delle Ceneri, quando viene processato e condannato al rogo un fantoccio che rappresenta un re o una regina. Sempre qui c’è il Carnevale barbaricino di Mamoiada, con i Mamuthones e gli Issohadores, e nell’Oristanese, le esibizioni equestri costituiscono il fulcro della festa. Famosa la Sartiglia di Oristano. Per avere maggiori informazioni su questo carnevale clicca qui.

Beh, che aspettate? Indossate un costume e lanciatevi nella mischia. Buon divertimento e ricordatevi di non offendervi se qualcuno vi lancia addosso delle uova marce o della schiuma da barba, è Carnevale e…a Carnevale ogni scherzo vale!!!

Tags:

Altri Articoli Interessanti: