Le richieste più strane fatte dai passeggeri agli assistenti di volo

Lavorare a contatto con le persone non è mai facile, lo sanno bene gli assistenti di volo che spesso si trovano con richieste alquanto particolari da parte dei passeggeri.

Il personale è specializzato e si occupa del benessere e della sicurezza a bordo, dal cibo, alla posizione, agli interventi in caso di necessità. L’obiettivo è sempre garantire un viaggio che sia piacevole e quindi spinga poi i passeggeri a tornare.

assistenti di volo curiosità
Cose strane richieste agli assistenti di volo (viagginews.com)

Come esperti però devono anche fare i conti con delle richieste stravaganti e soprattutto coloro che hanno un’esperienza lunga di trovano a sentirne delle belle.

Le richieste più strane

Una delle richieste più frequenti, come raccontano sui social un gruppo di assistenti di volo è relativa al paracadute. Sembra follia eppure avviene più spesso di quello che si può immaginare. Molte persone infatti vogliono sapere se c’è a bordo e nel caso se possono portarlo.

curiosità viaggiatori a bordo
Curiosità richieste dai viaggiatori a bordo (viagginews.com)

Tra le richieste c’è anche qualche cosa molto fantasiosa rispetto al cibo, c’è chi chiede la pizza, chi desidera il pollo fritto, ma le stravaganze in fatto di alimenti non finiscono mai.

Una delle mie richieste più comuni è cibo e bevande aggiuntivi, spesso più di quanto viene offerto sull’aereo. Ciò non include la richiesta di snack o bevande extra, ma richieste di pasti totalmente diversi o richieste di effettuare un ordine speciale che la compagnia aerea non fornisce“, ha dichiarato Alison Meacham, ex assistente di volo della Virgin Atlantic e blogger di EverythingMouse.

Una volta, un passeggero mi ha chiesto se potevo preparare dei sushi burritos. È stata decisamente una strana richiesta, ma ho rispettosamente rifiutato perché sarebbe stato difficile prepararli e servirli in aereo“.

C’è anche chi una volta ha chiesto se poteva avere un po’ d’acqua in una coppetta per poterla dare al suo falco. Era salito a bordo dell’aereo con l’uccello sul braccio. Ma per gli animali non finisce qui, c’è chi ha chiesto di poter salire con il proprio topo di compagnia a bordo, un altro passeggero da un volo da Los Angeles a Tokyo ha chiesto di poter portare una gallina a bordo perché amava le uova fresche e quindi voleva mangiarle al mattino.

I racconti particolari

C’era anche chi voleva portare il serpente a Toronto e chi voleva portare del pesce crudo a bordo da poter cucinare direttamente durante il viaggio. Poi non mancano mai, come raccontano gli assistenti di volo, coloro che chiedono di ridurre il rumore a bordo dell’aereo perché disturba il loro sonno. “Mi sono state poste una serie di domande pittoresche come: “È possibile ridurre il rumore dell’aereo? Non riesco a dormire” ha affermato Ben Whatman, responsabile del servizio in volo di Air New Zealand.  Sicuramente oggi sono meno fastidiosi di un tempo ma prima il rumore era effettivamente molto forte, ha fatto notare proprio Whatman.

C’è anche chi chiede ad hostess e personale di organizzare la loro vacanza, come prenotare un hotel oppure un trasferimento verso la loro destinazione, convinti che questo rientri nei compiti di un assistente di volo.

Gestione cookie