Tornano i liquidi liberi nel bagaglio a mano, la svolta negli aeroporti italiani

La notizia a cui nessuno sembrava più credere: tornano i liquidi liberi nel bagaglio a mano, la svolta negli aeroporti italiani. Tutte le informazioni utili da conoscere.

Sembra incredibile ma finalmente si potrà tornare a viaggiare in aereo senza dover più portare boccette e boccettine limitate di liquidi nel bagaglio a mano. Una volta a dir poco storica.

liquidi liberi bagaglio mano
Tornano i liquidi liberi nel bagaglio a mano, la svolta negli aeroporti italiani (Foto Adobe Stock)

In diversi aeroporti, infatti, si stanno introducendo sistemi di controllo più avanzati e sofisticati che non solo permettono di velocizzare le procedure ma che consentono anche di intercettare eventuali esplosivi liquidi nel bagaglio.

Da qui, il ritorno delle confezioni di liquidi senza più limiti anche nella borsa e nel bagaglio a mano. Una novità cruciale che vede due aeroporti italiani in prima fila. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Tornano i liquidi liberi nel bagaglio a mano, la svolta negli aeroporti italiani

Arrivano negli aeroporti europei gli scanner di ultima generazione, altamente tecnologici, che permettono ai passeggeri di non dover più aprire borse e bagagli a mano ai controlli di sicurezza. Un sistema che velocizzerà le procedure di controllo ai varchi dei terminal ma soprattutto non obbligherà più i passeggeri a limitare il trasporto dei liquidi nel bagaglio a mano, inserendoli in piccole boccette per un massimo di 100 ml trasportabili.

I nuovi scanner, infatti, saranno in grado di riconoscere gli esplosivi liquidi. Pertanto, potrete portare con voi in viaggio la vostra boccetta di profumo preferita o semplicemente il liquido delle lenti a contatto senza

Una vera svolta epocale, che vede gli aeroporti di Milano e Roma all’avanguardia nell’introduzione del nuovo sistema. Come riporta TTG Italia.

Con gli scanner di ultima generazione saranno introdotti nuovi sistemi di controllo simili alla Tac, con immagini tridimensionali ad alta risoluzione e una analisi accurata del contenuto di borse, zaini e trolley. Non si dovranno più tirare fuori dalle borse nemmeno i computer, i tablet e gli smartphone. Perché anche i dispositivi elettronici saranno controllati restando all’interno del bagaglio.

Una nuova procedura che, oltre a semplificare di molto la vita ai viaggiatori, renderà molto più veloci i controlli ai varchi degli aeroporti, riducendo le code e i tempi di imbarco a meno di un minuto. Mentre i vecchi sistemi di controllo ai raggi X andranno in pensione.

Dove sono utilizzati i nuovi scanner

Al momento, sono ancora pochi aeroporti europei che utilizzano gli scanner di nuova generazione ai controlli. Tra questi, i primi ad introdurli sono stati gli scali milanesi di Linate e Malpensa.

L’aeroporto di Linate è stato il primo in Italia ad adottare il nuovo sistema di “smart security”, in tutte e sei le linee dei controlli di sicurezza. Mentre a Malpensa i vecchi sistemi di controllo ai varchi sono in progressiva sostituzione con i nuovi scanner, che dovrebbero essere introdotti in via completa e definitiva entro il 2023. Il nuovo sistema è adottato da oltre metà delle 21 linee di controllo, ha fatto sapere la Sea, la società di gestione di Malpensa.

Anche lo scalo di Roma Fiumicino è sulla buona strada. I primi nuovi scanner sono stati installati già dalla scorsa estate e a breve circa 30 entreranno in funzione.

Cosa sta succedendo in Europa

liquidi liberi bagaglio mano
Bagaglio a mano (Foto di Kindel Media da Pexels)

E nel resto d’Europa? Al momento è l’aeroporto Schiphol di Amsterdam ad aver messo in funzione il nuovo sistema di controlli. Altri scali europei si stanno adeguando. Il London City Airport della capitale britannica inizierà a sostituire i vecchi macchinari di controllo con i nuovi da aprile 2023. Mentre il Regno Unito ha deciso di abolire il limite di 100 ml ai liquidi nel bagaglio a mano dalla metà del 2024.

Anche all’aeroporto di Monaco di Baviera sono iniziati i lavori di ammodernamento dei sistemi di sicurezza, che dovrebbero terminare verso la fine del 2024.

La Commissione Europea ha sollecitato gli aeroporti degli Stati membri a completare l’introduzione della nuova tecnologia per i controlli di sicurezza tra il 2024 e il 2026. Se tutto andrà a buon fine, tra due o tre anni i limiti al trasporto di liquidi nel bagaglio a mano e i lunghi controlli ai varchi di bagagli e dispositivi elettronici diventeranno un ricordo.