Meteo inverno 22/23 cosa ci aspetta: prepariamoci alla bufera?

Ultime previsioni per il meteo inverno 22/23 cosa ci aspetta: prepariamoci alla bufera. Tutti gli aggiornamenti.

Conoscere come sarà il meteo il prossimo inverno 22-23 non è soltanto una semplice curiosità, ma una informazione cruciale in tempi di caro bollette. Con il gas alle stelle, un inverno rigido sarà un vero salasso per molte famiglie, obbligando non pochi a stare al freddo per contenere le spese.

meteo inverno 22-23
Meteo inverno 22/23 cosa ci aspetta: prepariamoci alla bufera? (Adobe Stock)

Ecco perché c’è grande attesa nel conoscere che tipo di inverno ci aspetta. Se il tempo sarà mite, sull’onda dei cambiamenti climatici degli ultimi anni. Non una buona notizia per il clima ma un sollievo per le bollette. Oppure farà molto freddo, con temperature anche più basse degli ultimi inverni.

È ancora presto per dirlo, quelle che stanno uscendo non sono delle vere previsioni meteo ma delle tendenze, delle ipotesi di scenari elaborate sulla base di modelli meteorologici. Nel frattempo, ecco tutto quello che bisogna sapere.

Meteo inverno 22/23 cosa ci aspetta

Secondo i calcoli di alcuni meteorologi, l’inverno 22-23 in arrivo tra un paio di mesi circa sarà all’insegna del freddo e del gelo, con temperature più basse rispetto ai precedenti inverni e bufere di neve. Uno scenario non molto incoraggiante per i costi del gas che servirà per riscaldarci e già molto elevati.

Ad anticipare un inverno rigido e con neve sono i meteorologi di IlMeteo.it. Intorno alla metà di ottobre avevano anticipato un inverno più freddo del solito a causa della presenza della Niña sull’Oceano Pacifico. In realtà, già da un paio di anni la Niña è tornata sul Pacifico, ma il progressivo abbassamento della temperatura delle acque superficiali dell’Oceano, che questo fenomeno climatico periodico provoca, potrebbe avere effetti anche sul resto della Terra, con conseguenze fino all’Europa. Il raffreddamento delle acque superficiali oceaniche potrebbe favorire l’arrivo delle perturbazioni atlantiche sull’Europa e sull’Italia, accompagnato da un deciso calo delle temperature.

Possibili scenari

IlMeteo.it aveva anche sottolineato il rischio di un inverno caratterizzato da gelo e neve a causa di un possibile spaccamento del vortice polare. Si tratta di una vasta aerea di bassa pressione con aria fredda presente intorno al Polo Nord. Se il vortice dovesse indebolirsi potrebbe spaccarsi e una sua parte dirigersi verso Sud, portando aria molto fredda, con brusco calo delle temperature e neve, sull’Europa e sul Mediterraneo. Come accaduto ad esempio con le nevicate in Italia di febbraio 2012. È tuttavia ancora presto per avere una previsione precisa di questo fenomeno.

Secondo le ultime proiezioni del Centro Europeo di Previsioni Meteorologiche a Medio Termine (ECMWF), tuttavia, l’inizio dell’inverno sarà caratterizzato da temperature elevate, sopra la media stagionale di circa 1° o 1,5° C. Dunque, non un inverno freddo, anzi in linea con gli inverni miti degli ultimi anni.

Secondo quanto riporta IlMeteo.it nel suo aggiornamento, in Italia le temperature più elevate dovrebbero registrarsi al Nord Italia e al Centro, in particolare sulle regioni adriatiche, e al Sud ma non sulle Isole Maggiori. Pertanto, almeno a dicembre l’inverno sarà ancora mite, senza ondate di gelo. Una notizia positiva per le bollette del gas.

meteo inverno 22-23
Meteo inverno (Adobe Stock)

La situazione potrebbe cambiare a inizio 2023, con l’arrivo del vero inverno, con gelo e nevicate. Come abbiamo detto, però, per previsioni del genere è ancora troppo presto. Inoltre, la meteorologia non è una scienza esatta e ogni anticipazione, soprattutto sul lungo termine va presa con cautela. È importante, comunque, conoscere tutti i possibili scenari.