In Italia il pazzesco borgo costruito sui ruscelli che pochissimi conoscono

In Italia, in Umbria, si trova un borgo particolarissimo: è pieno di fiumi e ruscelli. Lo chiamano la Venezia dell’Umbria. Ecco perché andarci

L’Italia è disseminata di borghi incantevoli, adagiati su una vallata o magari a picco sul mare o ancora costruiti su uno sperone di roccia. C’è hi vanta mura difensive intonse, chi castelli, chi chiese e chi ruscelli. Già proprio ruscelli. In Umbria c’è un piccolissimo borgo molto particolare: è attraversato da ruscelli, fiume e cascate. Un posto così unico che le è valso l’appellativo di Venezia dell’Umbria.

rasiglia
Uno dei punti più suggestivi del borgo dei ruscelli, Rasiglia

Questo borgo che vi conquisterà si chiama Rasiglia e si trova a poca distanza da Foligno. Qui non ci sono auto, clacson che suonano o motori romboanti. L’unico rumore che sentirete sarà quello dell’acqua. Un posto rilassante, suggestivo e incantevole. Uno dei borghi più belli d’Italia da vedere. Mettetelo in cima alla lista di dove andare per una gita.

Rasiglia, il borgo con i ruscelli

L’Umbria è densa di bellezza, borghi e città d’arte. Fra tanti luoghi spettacolari alcuni paesi vengono saltati a piè pari e altri snobbati. Eppure fra i borghi meno conosciuti dell’Umbria Rasiglia è uno dei più particolari in assoluto. Non si trovano infatti molti borghi in cui al posto delle strade ci sono ruscelli! Anzi non ce ne sono (qualcuno è costruito sul fiume, ma nessun piccolo borgo ha fiumi come vie).

D’altronde in questa zona dell’Umbria si trovano molte sorgenti e sono proprie queste che alimentano i ruscelli di Rasiglia. In particolar modo è la sorgente di Capovena che dal punto più alto del paese scende ed alimenta i corsi d’acqua. I numerosi ruscelli confluiscono poi tutti in una piazza o meglio in una grande vasca detta Peschiera. L’acqua poi scende fino al fiume Menotre.

rasiglia borgo
La Peschiera di Rasiglia, la piazza del paese è una vasca

Il borgo di Rasiglia è di origine medievale e conserva ancora la sua struttura originale. Era un avamposto militare e e in cima al colle si trovava una rocca di cui oggi rimangono pochi resti, tra cui una torre. L’acqua è stato sempre un elemento importantissimo per Rasiglia: durante il medioevo diventa un centro fiorente per la tessitura grazie ai mulini ad acqua. I Trinci, signori di Rasiglia, sfruttano enormemente i corsi d’acqua e costruiscono molini rendendo ancora più grande la fama del borgo.

Visitare Rasiglia vuol dire immergersi in un’atmosfera incanta e senza tempo. Le antiche case medievali, le cascate che separano gli edifici, il lento e a volte impetuoso scorrere dell’acqua caratterizzano questo luogo. Vale dunque la pena fare una gita e godersi questo posto così suggestivo.

Ogni momento dell’anno è buono per andarci, ma indubbiamente irresistibile è a dicembre quando viene allestito un presepe vivente. A giugno invece troverete la manifestazione dedicata alla tessitura ‘Penelope a Rasiglia’.

Una gita a Rasiglia il borgo dei ruscelli è da fare almeno una volta nella vita. Non si può non visitare uno dei borghi più belli e particolari d’Italia.

Previous articleLa top 5 dei cibi più “estremi” ed impossibili da assaggiare
Next articleSono le 3 terme più spettacolari d’Italia, e sono gratis!
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.