La città dell’acqua: cosa si nasconde nella Roma sotterranea

Roma è famosa per tante cose ma pochi conoscono la città dell’acqua che si nasconde proprio con un percorso urbano totalmente sotterraneo. Scopriamo dove si trova e come visitarla

La Fontana di Trevi nasconde un segreto, si tratta della città dell’acqua che si estende lungo tutto il rione Trevi. Un luogo da visitare assolutamente, si tratta dell’area archeologica Vicus Caprarius, anche chiamata Città dell’acqua.

Fontana di Trevi
Fontana di Trevi (Adobe Stock)

Questa non è molto famosa eppure di straordinaria bellezza, si tratta infatti di una domus imperiale con tanto di acquedotto e tantissimi reperti da visitare. Un lungo percorso che nel tempo è stato curato per portare alla luce tantissimi dettagli differenti.

La città dell’acqua di Roma

Tutti visitano la parte sovrastante la fontana ma è doveroso fare attenzione al percorso che si estende al di sotto. Cosa potrai vedere? L’acquedotto Vegine, il castellum acquae e potrai percorrere un vero e proprio viaggio nel tempo. Questa è una testimonianza speciale della storia di Roma, su una superficie totale di 350 metri quadri tra via di San Vincenzo e vicolo del Puttarello.

L’acqua che si vede sgorgare dalla Fontana di Trevi derivano da un grande serbatoio di distribuzione, il castellum aquae, tutte le strutture che ci sono alle spalle quindi si possono visitare. Le aree vantano raffinate decorazioni, rivestimenti e addirittura un tesoro.

La città dell’acqua di Roma è stato rinvenuto durante i lavori di ristrutturazione di un ex cinema della zona, comprende ance un’insula con tabernae e, secondo gli storici, l’acquedotto annesso voluto da Agrippa, era connesso a questo proprio per approvvigionare di acqua tutta la zona. Ci sono anfore, monete, decorazioni e soprattutto tante curiosità da scoprire. La visita guidata ha una durata di circa mezz’ora ma merita assolutamente attenzione, non solo per scoprire da dove deriva tutta l’acqua delle più importanti fontane di Roma.

Informazioni per la visita

Il costo per visitare il Vicus Caprarius è di 4 euro, il ridotto per studenti, insegnanti e beneficiari è 2.50 euro, per ragazzi fino ai 18 anni il costo è 1 euro ed è gratuito fino ai 14 anni, per gli studenti di archeologia e per coloro che acquistano il Rome City Pass. Non è obbligatorio prenotare ma nel fine settimana, soprattutto durante l’alta stagione, è consigliabile farlo per evitare di trovare delle file particolarmente lunghe.

Roma sotterranea
Roma sotterranea (Adobe Stock)

L’ingresso è in Vicolo del Puttarello 25, zona Fontana di trevi. Gli orari di apertura sono da martedì a venerdì dalle 11 alle 17.30 e sabato e domenica dalle 11 alle 19.