3 luoghi suggestivi e particolari da non perdere a Torino  

Torino è una città affascinante e particolare che vanta non solo grandi opere famose e architetture cittadine ma anche dei luoghi suggestivi e fuori dall’ordinario. Scopriamo quali sono

Torino ha centinaia di luoghi affascinanti e particolari, quelle mete un po’ diverse che sono lontane dai classici itinerari turistici e che possono però rivelarsi molto interessanti.

Torino
Torino (Adobe Stock)

Scopriamo i tre luoghi imperdibili da visitare assolutamente anche nel corso di una gita di un giorno in città.

Luoghi particolare da non perdere a Torino

Avete mai sentito parlare delle grotte segrete di Torino nascoste dietro un semplice ristorante oppure dell’orologio che non segna il tempo o ancora dei dipinti visibili solo due volte l’anno? Probabilmente no. Eppure la città è piena di luoghi particolari da visitare, che meritano attenzione. Scopriamo i 3 imperdibili.

Grotta Gino

La prima e imperdibile tappa a Torino sono le grotte di Gino, un luogo unico al mondo. All’interno del ristorante Grotta Gino si celano infatti delle vere e proprie grotte che è possibile visitare nel sotterraneo. Con una barca si attraversa il ruscello e si scopre una Torino misteriosa. C’è una fitta rete di cunicoli con opere di grande rilevanza storica che sono state realizzate nel 1800. La Grotta Gino, realizzata da Lorenzo Gino, si trova proprio vicino il centro di Moncalieri, adiacente Piazza Amedeo Ferdinando.

Real Chiesa di San Lorenzo

Questa chiesa di Torino ha un dettaglio molto particolare, al suo interno ci sono alcuni dipinti che si possono vedere solo in alcune ore del giorno. Voluta dai Savoia e realizzata in piazza Castello fu edificata da Guarino Guarini nel 1600. Guardandola sembra una normalissima chiesa, eppure Guarini celò alcuni dipinti che possono così essere visibili solo in determinati periodi dell’anno e in particolari condizioni metereologiche. Come? Se ammirate la cappella dall’interno noterete che nella cupola c’è un oculo. Le aperture sono state create per restare al buio tranne quando la luce naturale, in condizioni specifiche, non le attraversa, mostrando quindi i dipinti. Questo avviene esclusivamente due volte l’anno, nell’equinozio di primavera e in quello autunnale. Solo allora le opere saranno visibili ai visitatori. Per organizzare una visita è possibile rivolgersi direttamente ai volontari che vi mostreranno tutti i dettagli e i segreti della chiesa.

Condominio museo

Pochi sanno che Torino vanta un importante primato, è stata la prima città al mondo dove è stato realizzato un condominio museo. Una struttura, sita in Via della Fucina 16, dove le opere si mescolano con gli appartamenti. È un’esposizione artistica a cielo aperto in un palazzo dell’ottocento di grande bellezza. Oggi, persone da tutto il mondo accorrono per vedere questo esperimento. La visita è molto suggestiva e soprattutto gratuita.

La Torino misteriosa da scoprire

Questi sono tre luoghi iconici da ammirare a Torino ma non certo gli unici. La città vanta molti primati come le opere urbane che è possibile ammirare mentre si passeggia, l’unica chiesa liberty costruita in Italia ad inizio Novecento, le palle di cannone ancora negli edifici per commemora i bombardamenti. Non serve fare alcun biglietto, basta passeggiare per le vie della città e lasciarsi affascinare dalle opere.

Real Chiesa di San Lorenzo
Real Chiesa di San Lorenzo (Adobe Stock)