Uccidere le meduse e catturarle in mare è un reato e si rischiano multe salate

Forse non tutti lo sanno, ma catturare o uccidere le meduse che si trovano in mare è un reato punibile dal codice penale. 

Lo sappiamo. Forse non sono gli animali più simpatici del Pianeta, eppure le meduse sono fondamentali per il benessere degli ecosistemi marini, ecco perché catturarle o ucciderle è un reato.

Uccidere le meduse è reato
Uccidere le meduse o catturarle è reato

Sebbene incontrarle in mare o a riva faccia nascere in noi una incredibile voglia di trascinarle sulla battigia per evitare di essere punti, è bene evitare questi comportamenti perché potreste essere sanzionati.

Uccidere le meduse è reato: lo dice la legge

Non è una diceria o un modo di dire: uccidere o raccogliere le meduse è un reato punibile secondo l’articolo 544 del codice penale. Si può persino andare in carcere e ricevere una multa che arriva fino ai 15mila euro. Il motivo? Il vostro comportamento sta causando sofferenza ambientale.

Le meduse non vanno catturate (ci pensano le tartarughe)

Evitate quindi di trascinare le meduse sulla battigia e osservarle morire al sole. Se ne avvistate una il comportamento corretto è quello di uscire dall’acqua e avvisare gli altri bagnanti di fare attenzione. Questi organismi sono infatti fondamentali per la salute dell’intero ecosistema marino, senza dimenticarci che, a liberarci di loro, ci pensano le tartarughe. Sono infatti ghiotte di meduse!

Perché ce ne sono così tante?

La grande quantità di meduse avvistate in questi giorni ad esempio in Salento potrebbe far pensare che “una più o una meno” non sia un grosso problema. In alcuni casi può essere anche così, ma non siamo né biologi né etologi in grado di valutare se sia necessari ridurre il numero di esemplari di meduse nel mare!

La loro presenza così massiccia è colpa nostra in qualche modo: il surriscaldamento del mare dovuto al gravoso impatto ambientale che l’uomo ha sulla Terra, ha infatti portato ad un aumento delle meduse che spesso vengono trascinate in massa verso la riva dalle correnti.

L’importanza di rispettare il mare e le sue creature

Dobbiamo sempre ricordarci che il mare è molto più casa loro più che nostra. L’uomo che invade, ovviamente a fin di bene, questo habitat deve rispettare la flora e la fauna compresi gli animali urticanti come le meduse perché sono parte integrante del dell’ambiente e hanno anche un ruolo importante nell’ecosistema acquatico. Le meduse quindi devono essere lasciate dove sono!