Musei gratis domenica 1° maggio in Italia, ecco dove

Tutto quello che bisogna sapere sui musei gratis domenica 1° maggio in Italia, ecco dove andare e cosa vedere. Le informazioni utili.

Nel giorno della Festa dei Lavoratori, domenica 1° maggio, non solo i musei in Italia saranno aperti ma saranno anche a ingresso gratuito! Si tratta, precisiamo, dei musei, monumenti, parchi archeologici e centri culturali statali.

musei gratis 1° maggio
Musei gratis domenica 1° maggio in Italia, ecco dove (Colosseo, Adobe Stock)

La festa del 1° maggio, infatti, coincide quest’anno con la domenica gratis al museo, che si tiene ogni prima domenica del mese. L’iniziativa di promozione della cultura italiana era stata sospesa per due anni a causa della pandemia ed è tornata lo scorso 3 aprile, grazie alla fine dello stato di emergenza.

Italiani e turisti stranieri potranno dunque ammirare tante bellezze storico artistiche italiane senza pagare il biglietto. Come abbiamo detto, l’iniziativa riguarda i musei statali. In alcune regioni aderiscono anche musei e istituzioni culturali locali. Mentre altri musei potrebbero essere chiusi il 1° maggio, come i Musei Civici di Roma.

Ecco tutto quello che bisogna sapere sulla domenica gratis al museo il 1° maggio.

Musei gratis domenica 1° maggio in Italia, ecco dove

Una Festa dei Lavoratori all’insegna della cultura e della bellezza, è l’occasione che offre la prima domenica del mese gratis nei musei statali. L’iniziativa nel mese di maggio coincide proprio con la Festa dei Lavoratori, un’opportunità da non perdere per chi si trova in vacanza o in gita in una bella città d’arte.

Il pubblico potrà visitare gratuitamente una gran quantità di luoghi dell’arte: musei, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi e giardini monumentali, ville storiche, palazzi storici, castelli e fortezze. Tutti luoghi di proprietà dello Stato  che rimarranno aperti anche il 1° maggio e saranno a ingresso gratuito grazie all’iniziativa della domenica gratis al museo, tornata la prima domenica di aprile dopo lo stop di due anni a causa della pandemia.

Tra i luoghi da visitare gratuitamente ci sono il Colosseo, il Foro Romano e il Palatino a Roma, che appartengono allo stesso parco archeologico. Poi anche il Museo e la Galleria di Villa Borghese, il Pantheon, il Parco archeologico dell’Appia Antica e il Museo nazionale etrusco di Villa Giulia, per citare i luoghi di cultura della capitale. Gratuito l’ingresso anche a Villa Adriana e Villa d’Este, nella vicina Tivoli.

In Campania non dovete perdervi i Parchi archeologici di Ercolano e Pompei e quelli di Paestum e Velia. Poi Palazzo Reale a Napoli, insieme al Museo archeologico nazionale, e la Reggia di Caserta. Anche la Grotta Azzurra di Capri sarà ad ingresso gratuito.

A Milano potete entrare liberamente alla Pinacoteca di Brera, a Mantova al Palazzo Ducale e a Pavia al Complesso monumentale e Museo della Certosa. Mentre a Torino non dovete perdervi i Musei Reali, Palazzo Carignano e Villa della Regina, tutti gratis.

Chi si trova a Firenze ha l’imperdibile occasione di visitare gratuitamente la Galleria degli Uffizi, Palazzo Pitti e tutti i suoi musei e anche il Giardino di Boboli.  Così come il Museo archeologico nazionale di Firenze e il Museo del Bargello. In città conviene anche approfittare per una visita al Giardino dell’Iris, che appartiene a un’associazione privata ma è sempre ad ingresso gratuito.

Queste sono solo alcune delle tante bellezze storiche e artistiche che potete visitare gratuitamente domenica 1° maggio. L’elenco completo e aggiornato lo trovate sul sito web del Ministero della Cultura: cultura.gov.it/domenicalmuseo 

In alcuni luoghi, la presenza di mostre potrebbe richiedere il pagamento di un biglietto a parte. Informatevi presso la struttura che intendete visitare

Modalità della visita

musei gratis 1° maggio
Parco archeologico di Pompei (Adobe Stock)

Riguardo alla visita a musei e luoghi di cultura statali, con la fine dello stato di emergenza, dallo scorso 1° aprile, si sono semplificate le regole di accesso. È stato infatti abolito il Green pass, mentre è rimasto l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica.

Dal 1° maggio, come sappiamo, il Green pass, base o rafforzato, sarà eliminato ovunque in Italia (eccetto per le strutture sanitarie), mentre la mascherina al chiuso rimarrà ancora obbligatoria in alcuni luoghi.

Ora, nella decisione del governo di prorogare l’uso della mascherina, in alcune situazioni, non si fa menzione dei musei e dei luoghi della cultura. L’obbligo rimane per i mezzi di trasporto pubblico e per gli spettacoli ed eventi sportivi aperti al pubblico in luoghi al chiuso (cinema, teatri, sale concerto, locali per musica dal vivo, palazzetti dello sport e assimilati).

L’ordinanza in merito del ministro della Salute non fa riferimento ai musei, monumenti, parchi e aree archeologiche e altri luoghi di cultura. Per i quali, dunque, l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica dovrebbe decadere proprio domenica 1° maggio. Sul sito del Ministero della Cultura, tuttavia, proprio alla pagina sulla Domenica al Museo si legge ancora dell’obbligo di indossare mascherine chirurgiche. Probabilmente, il sito non è stato aggiornato con le nuove disposizioni.

Per evitare ogni inconveniente, la mascherina chirurgica portatevela lo stesso. Non serve la FFP2. In ogni caso, nei luoghi al chiuso la mascherina è ancora raccomandata anche se non più obbligatoria. Probabilmente domenica 1° maggio i musei saranno affollati, grazie all’ingresso gratuito, quindi è preferibile usare ancora qualche precauzione. Per la tutela della vostra salute, in primo luogo.

Pinacoteca di Brera (Foto di Dimitris Vetsikas da Pixabay)