Il borgo offline che ha fatto colpo su Netflix: ha un’atmosfera unica

Esiste un borgo completamente disconnesso che ha colpito Netflix per un suo film: scopriamo di qual’è il borgo offline.

L’Italia è costellata di borghi incantevoli sparsi per tutto il territorio: dal profondo nord fino alle parte più meridionale, luoghi di suggestioni e di genuinità dove il tempo sembra essersi arrestato di colpo, cristallizzando un paese in tutta la sua natura. Sull’onda di quei paesi che tengono moltissimo alle loro radici e che in qualche modo vogliono conservare la parte più spontanea, esistono dei borghi che vivono felicemente pur essendo completamente offline. Questo in particolare ha conquistato anche il colosso di Netflix per la produzione di una pellicola.

Il borgo senza internet che è piaciuto a Netflix
Il borgo offline che ha fatto colpo su Netflix. Credits A. Stock

Il borgo di cui vogliamo parlarvi oggi è tanto delizioso quanto volutamente scollegato da qualsivoglia dinamica che riguardi internet. Se volete visitare un paese che vi ridia la dimensione di una vacanza offline, siete nel posto giusto.

Il borgo che vive felice offline che ha fatto impazzire Netflix

Il paesino in questione è Galliano di Mugello, un luogo che si tiene stretto il suo essere squisitamente analogico, in barba all’epoca digitale che stiamo vivendo.

Questo piccolo borgo è una frazione del comune italiano di Barberino di Mugello, in provincia di Firenze. In questo luogo la vita scorre con un ritmo tutto suo, ben lontano da quello a cui siamo abituati, tra un caffè consumato al bar, quattro passi nelle viuzze, tutto appare rilassato e spensierato, ma qualcosa ha cambiato il quieto vivere di questo piccolo borgo icona della vita offline. Ci ha pensato Netflix che con il film Mitchell contro le Macchine.

La storia del borgo offline

Galliano di Mugello ha un origine decisamente antica, che coinvolge i monti Appennini, al suo interno vivono 1000 abitanti circa. La sua storia è legata alla famiglia degli Ubaldini e oltre ad essere famoso per il suo stile di vita è anche un borgo tutto da scoprire.
Questo paese è divenuto popolare nel 2021, quando divenne il simbolo della distanza con il digitale, dopo le stime del 2020, divulgate dal Ministero dell’Innovazione e da AGCOM, è stato riscontrato che ben l’98% dei cittadini possedeva ancora il telefono fisso. Borgo che è rientrato a pieno titolo in quelle aree bianche, ovvero dove l’accesso internet è limitato o assente.

Galliano di Mugello: oasi di pace della Toscana

Borgo medievale che oggi non è raggiunto da nessun segnale internet. Passeggiare per le sue vie prive di rumori, traffico e tecnologia è quasi un’esperienza mistica, al massimo si può sentire qualche chiacchiera tra gli abitanti o il rumore di qualche veicolo Ape. Per non parlare di tutta la natura che abbraccia questo luogo: una vera oasi di pace.

Il borgo senza internet che è piaciuto a Netflix
Il borgo offline che ha fatto colpo su Netflix. Credits A. Stock

L’arrivo di Netflix con una storia perfetta

Ma veniamo al dunque, quando questo quieto paesino ha visto un interesse di un colosso come Netflix, è successo che il borgo offline è diventato lo sfondo di Mitchell contro le Macchine. La trama è quantomeno azzeccata, parla di una famiglia che ha come obiettivo quello di contrastare un’apocalisse robot e a tal proposito Galliano di Mugello è apparso lo sfondo ideale.

Galliano di Mugello non è solo un borgo offline, è un luogo dov’è possibile ristabilire un vecchio ritmo con la vita e osservare come tutto cambia quando rallentiamo. Non c’è nulla di meglio per una vacanza e forse non solo.