Cantabria: le tappe fondamentali per conoscere questa regione spagnola

Per vivere una vacanza nel verde: la destinazione ideale è la Cantabria, la regione automa spagnola con i suoi paesaggi naturali incredibili. Ecco cosa vedere.

La Cantabria è una regione autonoma della Spagna, situata nell’area settentrionale della penisola, percorrendo il Golfo di Biscaglia. Questa regione vanta di meraviglie naturali incredibili: da spiagge e zone verdi piene di pace, questa zona infatti è ancora protetta dal caotico turismo di massa.

Cosa vedere per conoscere Cantabria
Cantabria: le tappe fondamentali per conoscere questa regione spagnola.

Nonostante sia una regione collocata nella cosiddetta Spagna verde, in Cantabria ci sono anche villaggi pittoreschi e siti archeologici. Se volete scoprire questa splendida regione, ecco le tappe fondamentali per conoscerla, ve ne innamorerete.

Cantabria è l’oasi di pace della Spagna: cosa vedere

Il clima della Cantabria è caratterizzo tendenziamente da temperature miti, con poche variazioni e piogge abbondanti durante tutto l’anno. Per visitare questa regione è preferibile optare per i periodi più miti, è il modo per godersi il viaggio all’interno di questa splendida regione. Detto questo, scopriamo insieme le tappe fondamentali.

Santander: il simbolo di Cantabria

La città che simbolicamente incarna la Cantabria è Santander, una città che sorge sopra un’incantevole baia, un luogo davvero suggestivo. Il suo centro storico non è da meno, è di fatto quasi abbracciato sia dal mare che dalle montagne. El Sardinero è la zona balneare, caratterizzata da locali e giardini, una zona viva e pimpante, in linea con chi vuole rilassarsi in vacanza. L’Abbazia di Santander e il faro di Cabo Mayor sono i più famosi punti di interesse della città, ma ciò che dona a questa regione una bellezza irresistibile sono le sue spiagge. Il centro della città e divisa dai verdeggianti giardini di Piquio.

Comillas e Capricho de Gaudí

Spostandoci sulla costa occidentale, possiamo trovare la città di Comillas, nota anche come come Villa de los Arzobispos. Questa città è caratterizzata da strutture architettoniche moderniste, con su sfondo spiagge con case antiche e parchi. È una località famosa grazie anche ad un edificio in particolare: ovvero il Capricho de Gaudí. Un palazzo dichiarato monumento storico artistico, con uno stile arabesco e neogotico di Antonio Gaudì.

Cantabria: le tappe fondamentali per conoscere questa regione spagnola.

Cantabria e i suoi chilometri di sabbia bianca

Questa regione ha un numero di spiagge incredibili, con 220 chilometri di costa e la bellezza di 90 spiagge, tra cui alcune tra le migliori destinazioni balneari del nord della Spagna. Come le meravigliose spiagge di sabbia bianca di Laredo e San Vicente de la Barquera, El Sable, Barnejo. Ma anche quelle con la bandiera blu vicino a Isla di Playa del Cándano come Playa de los Barcos e Playa del Sable.

I parchi e le riserve della Cantabria

Se siete amanti delle escursioni e del birdwatching, la catena dei Picos de Europa è la destinazione perfetta. È un antico parco e Riserva della Biosfera dell’UNESCO che possiede una grandissima varietà di animali servatici oltre che montagne che rientrano nella parete della Cordigliera Cantabrica. Queste hanno vette che oltrepassano i 2000 metri, ad esempio come la Torre de Cerredo.

La Cantabria è una regione tutta da scoprire, è una destinazione ideale per chi desidera conoscere un luogo che non sia soggetto al turismo di massa. Un vera perla della penisola Iberica.