Un Moai dell’Isola di Pasqua si trova in Italia

Sapete che un Moai, una delle statue tipiche dell’isola di Pasqua, si trova in Italia, precisamente a Vitorchiano?

Il moai di Vitorchiano
La statua Moai in Italia – AdobeStock

Vedendo questa fotografia, come ovvio, la maggior parte di voi penserà che sia stata scattata sull’Isola di Pasqua. Il ragionamento è corretto, nell’immagine si vede un Moai, scultura tipica di quella parte del mondo. Eppure questa fotografia è stata scattata in Italia, perché nel piccolo borgo di Vitorchiano, nel Lazio, si trova un Moai solitario e bellissimo che lascia tutti senza parole.

Dove si trova la statua Moai in Italia

Potreste pensare si tratti di un fotomontaggio, ma in realtà questo Moai si trova veramente in Italia e per visitarlo basta recarsi a Vitorchiano. Il piccolo borgo è, già di per sé, meta interessante per una vacanza o per un weekend fuori porta, ma il fatto che ci sia questa scultura lo rende ancora più interessante. Il Moai alto oltre sei metri si trova in uno degli affaccia panoramici delle mura duecentesche che circondano il borgo e il suo centro storico.

Perché una statua dell’Isola di Pasqua si trova qui?

Se vi state chiedendo come sia finito qui questo Moai sappiate che questo è l’unico monolite che si trova fuori dalla sua sede originaria, ossia l’Isola di Pasqua. La statua è stata realizzata alla fine degli anni ’80 da alcuni maori di Rapa Nui che, per restaurare le statue nel loro paese, si fermarono proprio nel borgo di Vitorchiano. Qui infatti si trova il peperino, una pietra molto particolare, perfetta per restaurare proprio i Moai.

Per testarla i maori realizzarono qui il Moai in perfetto stile dell’Isola di Pasqua e lo benedirono anche con la storica cerimonia Kuranto. Ecco spiegato allora, molto semplicemente, il motivo per cui questo Moai si trova a Vitorchiano.

 

Nessun salto temporale o storia complottista, semplicemente un incontro di due realtà lontane, ma che grazie alla qualità della pietra di peperino si sono avvicinante e, in qualche modo, hanno lasciato un segno l’una nella storia dell’altro.