La città sotterranea più bella d’Italia è tutta da scoprire

Orvieto sotterranea: questa è la città nascosta tra le più belle d’Italia e tutta da scoprire. 

Orvieto Undeground
Una delle più belle città sotterranee, Orvieto – Adobe Stock

L’Italia è una vera e propria fucina di bellezze. Ad ogni angolo e praticamente in tutte le città nostrane ci sono meraviglie culturali e architettoniche da scoprire. Ma non solo alla luce del sole: nel nostro Bel Paese ci sono anche delle città sotterranee uniche nel loro genere. Dei mondi veri e propri, risalenti a epoche passate, che vivono sotto i nostri piedi! Qual è allora la realtà del sottosuolo più bella d’Italia? Voliamo a Orvieto per scoprire la città sotterranea più sorprendente della Penisola.

Le bellezze di Orvieto, sopra e sotto terra

Se già di per sé Orvieto è una destinazione da sogno e perfetta per un weekend di vacanza, sappiate che sotto le strade si cela un vero e proprio mondo incredibile. Una città sotterranea chiamata Orvieto Underground che si snoda tra cunicoli, grotte e spazi aperti che sembrano piazze a cui ci si accede tramite dei pozzi sparsi per la città. Già da questa prima spiegazione si capisce quanto sia sorprendente tutto ciò, figuriamoci viverlo in prima persona!

Come è stata scoperta Orvieto Underground

La città di Orvieto nasce su un pianoro tufaceo e quindi, alla fine degli anni ’70 alcuni esploratori approfittarono del crollo di una parte della rupe dopo una frana e analizzarono qualcosa di sorprendente. Gli speleologi sotto al centro storico trovarono una città: circa 1200 grotte, cunicoli, pozzi e cisterne. Tutte collegate da gallerie che prendevano luce da minuscole finestre che erano delle aperture nella roccia. Ma perché esisteva questo mondo sotto la città? Quale era lo scopo?

A cosa servivano questi spazi sotterranei?

In realtà questa città sotterranea sotto la rupe di Orvieto altro non è che la storia e il passato etrusco e rinascimentale della città. Si trova infatti sotto la superficie il famoso Mulino di Santa Chiara, un frantoio del Seicento realizzato nel Medioevo sotto la superficie per rendere più comoda la vita sulla superficie. Ma non solo, scoprendo Orvieto Underground troviamo la pozzolana, luogo dove si raccoglievano pietre e materiali utili per costruire la città “alla luce del sole”. Proseguendo nella visita si trova la colombaia, sullo strato più basso e profondo dell’Orvieto sotterranea: qui venivano allevati i colombi che poi venivano usati come alimento per i cittadini dell’epoca.

 

Insomma, per scoprire una città sotterranea Orvieto è la destinazione giusta e questo universo misterioso è sicuramente uno dei più belli d’Italia.