Guida di Curzola: alla scoperta dell’isola della Dalmazia

La guida di Curzola: alla scoperta dell’isola della Dalmazia. Tutte le informazioni utili.

guida di curzola isola
Guida di Curzola: alla scoperta dell’isola della Dalmazia (Adobe Stock)

Curzola, o Korčula in croato, è un’isola della Dalmazia meridionale, in Croazia, che si affaccia sul basso Mare Adriatico, non lontano dalla terraferma e dalla penisola di Sabbioncello (Peljesac). Intorno sorgono le isole di Lesina (Hvar), Lagosta (Lastovo), Lissa (Vis) e Meleda (Mljet).

L’isola è oggi una rinomata località turistica, con una storia antica e testimonianze ancora evidenti dell’antico dominio della Repubblica di Venezia, tra antichi edifici e i bastioni sul mare. La città di Curzola ospita anche la casa di Marco Polo.

Leggi anche –> Lollove, piccolo borgo sardo per chi non vuole farsi trovare

Guida Curzola: alla scoperta dell’isola della Dalmazia

L’isola di Curzola è lunga 46,7 km e ha una larghezza che varia dai 5,3 ai 7,8 km. La sua superficie è di 271,46 km², per grandezza è la sesta isola del Mar Adriatico e la seconda della Croazia. Il capoluogo è l’omonima città di Curzola (Korčula), che si trova sulla costa orientale. La lunghezza complessiva della costa è di 182 km.

L’isola dà il nome all’arcipelago delle Curzolane, il gruppo di isole dalmate meridionali formato dalla stessa Curzola e dal suo piccolo arcipelago (isole Skoji), dall’arcipelago di Lagosta, con con Lagosta (Lastovo), Cazza (Sušac), Cazziol (Kopište), Marchiara (Mrčara) e San Giorgio (Prežba), e dall’isola di Meleda (Mljet).

I primi abitanti di Curzola furono i greci, che chiamarono l’isola “Kerkyra Melaina“, Corcira la Nera, per i suoi fitti boschi, e dal nome dell’isola meridionale di Kerkyra (Corcira), Corfù.

Sull’isola hanno vissuto fino all’inizio del ‘900 italiani di origine veneta. Formavano oltre la metà della popolazione della città di Curzola e nella frazione di Petrara. Questa popolazione si ridusse gradualmente con l’annessione dell’isola da parte del Regno di Jugoslavia.

Il territorio dell’isola è diviso tra i comuni di Curzola, Blatta (Blato), Lombarda (Lumbarda), Smoquizza (Smokvica) e Vallegrande (Vela Luka).

Curzola è una delle isole più belle della Dalmazia ed era stata inserita tra le 52 mete consigliate per il 2016 dal New York Times.

Guida Curzola: cosa vedere

guida di curzola isola
Curzola, centro (Adobe Stock)

L’isola di Curzola è caratterizzata da un ricco paesaggio naturalistico, con una macchia mediterranea rigogliosa, coste frastagliate, dove si affacciano gli antichi borghi marinari, e rilievi nell’entroterra. Il punto più alto dell’isola è Monte Klupca, a 569,2 metri sul livello del mare.

Tra i luoghi di interesse sono da vedere la Cattedrale romanico-gotica dedicata a San Marco, nella città di Curzola, la Porta Meridionale che dà accesso al centro storico della città, l’Abbazia del Tesoro di San Marco, sempre nella città di Curzola, il Museo cittadino, la Casa della famiglia di Marco Polo, che alcune leggende vogliono nato sull’isola, il Museo dedicato a Marco Polo.

A Vela Luka (Vallegrande) meritano una visita la chiesa di San Giuseppe, il Centro Culturale e l’antica villa Castello. La città, affacciata sul versante dell’isola opposto al centro di Curzola, è l’altro porto per lo sbarco dei traghetti, in arrivo soprattutto da Spalato.

Quando andare e come arrivare

Per il suo clima mediterraneo, l’isola di Curzola ha temperature miti anche in inverno. Pertanto può essere visitata tutto l’anno, se si vogliono visitare i suoi caratteristici borghi e il bel paesaggio naturalistico. Per il turismo legato al mare, il periodo ideale è ovviamente quello estivo. In estate a Curzola non fa nemmeno troppo caldo, grazie al vento di maestrale che rinfresca l’aria e rende l’isola una meta ideale anche per gli appassionati di vela e windsurf.

L’isola di Curzola si raggiunge via mare con traghetti in partenza da Orebić, sulla penisola di Sabbioncello, che in circa 30 minuti arrivano a Dominče, un villaggio a 2 km dalla città di Curzola. Esistono poi collegamenti marittimi diretti con Spalato, Lesina (Hvar), Lagosta (Lastovo) e Dubrovnik. Il porto di Vallegrande (Vela Luka) è il principale attracco per i traghetti, con collegamenti frequenti con la terraferma gestiti dalla compagnia Jadrolinja.

Dall’Italia, Curzola può essere raggiunta via mare con i traghetti delle compagnie Snav e Jadrolinja in partenza per Spalato dai porti di Ancona (4 ore e mezza di navigazione), Pescara e Bari. Quindi da Spalato in traghetto per Vela Luka. In aereo, ci sono voli da Milano Malpensa e Roma Fiumicino per Spalato con le compagnie easyJet e Air One.

Sull’isola di Curzola ci si sposta con gli autobus, ma è consigliabile portare un proprio mezzo per spostarsi liberamente.

Dove dormire e cosa mangiare

L’isola di Curzola offre un’ampia gamma di campeggi, alberghi, b&b, appartamenti e ville in affitto.

Sull’isola di Curzola si trovano diversi ristoranti e taverne con menù a prezzi molto convenienti. La cucina è tipicamente mediterranea e i piatti principali sono quelli a base di pesce, in brodetto, fritto e in insalata. I piatti di carne sono soprattutto a base di agnello, poi di capretto e di pecora. Molto consumato è anche il prosciutto affumicato.

Per informazioni turistiche: www.ikorculainfo.com/it
Su Tripadvisor i migliori ristoranti di Cuzola: a questa pagina

Curzola, Dalmazia (di Pil56. CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)
Curzola, Dalmazia (di Pil56. CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)

Di Valeria Bellagamba