San Pietroburgo: città magica in inverno

San Pietroburgo: città magica da visitare in inverno. Tutte quello che bisogna sapere.

san pietroburgo inverno
San Pietroburgo: città magica in inverno (Cattedrale di San Nicola dei Marinai. Foto di pride 1979 su Pixabay)

L’inverno è una stagione magica per chi non si lascia spaventare dal freddo. Cieli limpidi notturni, montagne, colline e città innevate. Laghi e fiumi ghiacciati. Tutto ha un’atmosfera sospesa di attesa.

Il Natale prima con le sue luci sfavillanti e poi le giornate che si allungano ma ancora fredde e spazzate dal vento. La luce limpida che fa brillare il ghiaccio. Chi ama queste visioni non si lascia sfuggire i viaggi nel Grande Nord, nelle città d’inverno, nei borghi nascosti, illuminati dal sole basso o dalla luce misteriosa del crepuscolo. È l’occasione anche per escursioni nei boschi spogli o sempreverdi, sulla neve e lungo le coste deserte, per ammirare il paesaggio con una nuova luce.

Alla scoperta dei luoghi più belli da visitare in inverno alcune grandi città hanno un fascino straordinario. Su tutte la meravigliosa San Pietroburgo. Ecco alcune informazioni utili.

Leggi anche –> Borghi di Natale: i più belli d’Italia, paesi presepe

San Pietroburgo: città magica in inverno

Visitare i magnifici monumenti di San Pietroburgo innevati e i suoi canali ghiacciati è un’esperienza straordinaria, da ricordare per tutta la vita. Nonostante le temperature che precipitano sotto lo zero, questa città diventa magica durante l’inverno. Basta coprirsi bene!

I suoi imponenti palazzi storici e le chiese barocche e neoclassiche vi lasceranno pieni di meraviglia e stupore. San Pietroburgo in inverno è pura magia.

Passeggiate lungo i canali dove lastre di ghiaccio creano giochi di luce straordinari nelle giornate di sole, amplificando la luminosità, con la città che scintilla.

Cosa vedere

Tappa imprescindibile è la visita al sontuoso Palazzo d’Inverno, una struttura immensa che sorge tra il fiume Neva e la Piazza del Palazzo. Costruito tra il 1730 e il 1837, su progetto dell’architetto italiano Bartolomeo Rastrelli, era la residenza invernale degli zar. Da qui il nome Palazzo d’Inverno. Il suo complesso comprende anche il grandioso Museo dell’Hermitage, nominato tra i migliori musei al mondo. E non c’è da stupirsi.

Le sue magnifiche chiese sono tutta da visitare. Imperdibile la chiesa del Salvatore sul Sangue Versato che si affaccia su un tratto rettilineo del Canale Griboedov, offrendo uno spettacolare effetto prospettico. Poi la Cattedrale di San Nicola dei Marinai, dalle pareti esterne azzurre e le cupole dorate, la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo e quella di Sant’Isacco.

Così come non dovete perdervi la passeggiata lungo la Prospettiva Nevskij o Corso della Neva, la strada principale che attraversa la città. Insieme agli altri palazzi e regge imperiali.

Leggi anche –> Le 10 città italiane da visitare questo inverno: dove andare

La visita

San Pietroburgo è diventata più facile da visitare grazie all’introduzione nell’ottobre del 2019 del visto turistico elettronico e alla liberalizzazione dei voli low cost nel 2020. In ogni caso, è consigliabile informarsi molto bene, anche sulla situazione pandemica, prima di mettersi in viaggio.

Per ulteriori informazioni: www.visit-petersburg.ru/it_sanpietroburgo

San Pietroburgo in inverno (iStock)