Caccia al tesoro nei borghi Bandiere Arancioni del Touring

Caccia al tesoro nei borghi Bandiere Arancioni del Touring. Dove andare e cosa fare.

caccia tesoro borghi bandiere arancioni
Caccia al tesoro nei borghi Bandiere Arancioni del Touring (San Vittore delle Chiuse, Genga, Marche. Adobe Stock)

L’evento da non perdere in questo inizio d’autunno è la caccia al tesoro nei bellissimi borghi italiani Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano. È la “Caccia ai Tesori Arancioni” ed è in programma per domenica 3 ottobre.

L’iniziativa si svolge in tutta Italia, in 100 borghi, da Nord a Sud, che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento della Bandiera Arancione. Come una caccia al tesoro, l’attività coinvolgerà delle squadre ma non sarà una vera e propria competizione, perché tutti riceveranno un omaggio. L’evento vuole far conoscere le bellezze e la cultura dei borghi italiani. Ecco tutto quello che dovete sapere.

Leggi anche –> Bandiere Arancioni Touring 2021: i nuovi borghi premiati

Caccia al tesoro nei borghi Bandiere Arancioni del Touring

Alla scoperta dei luoghi, delle persone, della cultura e delle tradizioni dei borghi italiani più belli e prestigiosi con una grande caccia al tesoro. Si tratta della “Caccia ai Tesori Arancioni“, l’iniziativa promossa dal Touring Club Italiano nei borghi Bandiera Arancione, il riconoscimento assegnato dallo stesso Touring per la qualità turistico-ambientale ai piccoli centri storici del territorio italiano.

L’evento è gratuito e aperto a tutti, su prenotazione. La prima edizione, che si è tenuta nel 2019, ha avuto un grande successo di pubblico. Dopo la sospensione dello scorso anno a causa della pandemia, quest’anno si torna con la seconda edizione, sotto i migliori auspici.

Dopo le forti limitazioni imposte agli eventi aperti al pubblico, è tanta la voglia di tornare a partecipare tutti insieme a manifestazioni sociali e culturali, tornare a condividere esperienze. Ed è proprio quello che propone l’iniziativa del Touring Club. Con la caccia al tesoro nei Borghi Arancioni l’intento è quello di far conoscere le bellezze e la storia dei luoghi, le persone che li abitano, le loro tradizioni e il ricco patrimonio artistico di un tesoro tutto italiano. Il tutto nella modalità divertente della caccia al tesoro, seguendo gli indizi.

bandiere arancioni touring 2021
Bandiere Arancioni Touring 2021: i nuovi borghi premiati (Susa. Adobe Stock)

La Caccia ai Tesori Arancioni si svolgerà domenica 3 ottobre in 100 borghi. Ogni località organizzerà un percorso in sei tappe nel proprio territorio e condurrà i partecipanti alla scoperta non solo di luoghi ma anche di persone, sapori locali, tradizioni e curiosità custodite nei borghi Bandiera Arancione. La partecipazione è a squadre.

Ricevuti gli indizi al punto di partenza, le squadre partiranno alla ricerca delle varie tappe, tra vicoli e piazze storiche, botteghe e negozi che custodiscono tesori e tradizioni, monumenti affascinanti e scorci suggestivi. Non sarà una vera competizione, ma ogni squadra che completerà la caccia riceverà un piccolo dono del territorio, che sarà consegnato al termine del percorso, ritornando al punto di partenza.

Obiettivo dell’iniziativa è far vivere la storia e l’atmosfera più autentica del borgo, del passato ma soprattutto del presente. Le località Bandiera Arancione sono, infatti, realtà dinamiche e vivaci, uniche grazie anche alle storie delle persone che vi abitano.

Durante la giornata e soprattutto dopo la caccia al tesoro, il Touring invita a condividere la partecipazione all’evento pubblicando le foto sui social e taggando @bandiere.arancioni e @touringclub, usando gli hashtag ufficiali: #tesoriarancioni #touringclubitaliano #bandierearancioni

L’evento, adatto a tutti, si svolgerà nel rispetto delle norme di prevenzione anti-Covid

Per informazioni e prenotazioni: tesori.bandierearancioni.it

I borghi partecipanti

Partecipano alla Caccia ai Tesori Arancioni 100 degli attuali 262 borghi premiati con la Bandiera Arancione: Acquaviva Picena (AP), Agliè (TO), Amandola (FM), Arona (NO), Bagno di Romagna (FC), Bassiano (LT), Bienno (BS), Norgo Valbelluna (BL), Bovino (FG), Camerino (MC), Candelo (BI), Canelli (AT), Cannero Riviera (VB), Casciana Terme Lari (PI), Casole d’Elsa (SI), Castagnole delle Lanze (AT), Castelnuovo Magra (SP), Castelvetro di Modena (MO), Castiglion Fiorentino (AR), Castrocaro Terme e Terre del Sole (FC), Certando (FI), Chiavenna (SO), Cison Valmarino (TV), Clusone (BG), Cocconato (AT), Collodi (PT), Corinaldo (AN), Dolceacqua (IM), Entracque (CN), Fontanellato (PR), Fosdinovo (MS), Galtelli (NU), Gavoi (NU), Genga (AN), Gradara (PU), Gressoney Saint-Jean (AO), Gromo (BG), Guarene (CN), Intrdo (AO), Letino (CE), Longiano (FC), Mondavio (PU), Montagnana (PD), Montecarlo (LU), Montecassiano (MC), Montefollonico (frazione di Torrita di Siena, SI), Montelupone (MC), Monterubbiano (FM), Nemi (RM), Orsara di Puglia (FG), Ostra (AN), Palena (CH), Petralia Sottana (PA), Pietramontecorvino (FG), Pieve di Cento (BO), Portico e San Benedetto (FC), Radicofani (SI), Revello (CN), Ripatransone (AP), Rocchetta Sant’Antonio (FG), Rosignano Monferrato (AL), Sabbioneta (MN), San Ginesio (MC), San Severino Lucano (PZ), Sant’Agata d Puglia (FG), Santo Stefano d’Aveto (GE), Sassello (SV), Serra San Quirico (AN), Soave (VR), Solferino (MN), Trisobbio (AL), Urbisglia (MC), Usseglio (TO), Valeggio sul Mincio (VR), Valfornace (MC), Vallebona (IM), Valsinni (MT), Vogogna (VB), Zungoli (AV).

Leggi anche –> Alla scoperta dei borghi Bandiere Arancioni con la mappa digitale

Borghetto, Valeggio sul Mincio (iStock)