Meteo estate 2021: quando farà più caldo a luglio, agosto e settembre

Le previsioni meteo per luglio, agosto e settembre 2021: quando farà più caldo, le temperature previste

quando farà più caldo in italia
Quando ci saranno le ondate di caldo dell’estate 2021

L’estate 2021 ha deciso di mostrare subito di che pasta è fatta e ci ha sufficientemente spaventato. A fine giugno registrare temperature di 45 gradi è infatti insolito. Campanello di allarme di quello che sarà secondo gli esperti quest’estate 2021: la più calda di sempre. Non si sa ancora se effettivamente batterà quella del 2003, intanto i meteorologi hanno individuato i periodi più caldi a luglio, agosto e settembre e le previsioni per chi andrà all’estero quest’estate.

Meteo estate 2021: come sarà

Le estati degli ultimi 20 anni ci hanno ormai abituato alle ondate di caldo africano, ovvero a quelle giornate di caldo intenso e afoso, e l’estate 2021 ci ha fatto vivere già la prima intensa ondata. Che non sarà ovviamente l’ultima. Anzi gli esperti hanno già individuato i periodi in cui farà più caldo e quest’anno, a differenza degli altri anni, anche agosto sarà molto afoso.

Un’altra caratteristica di quest’estate sono i temporali in seguito a giornate roventi. Un effetto che non sorprende: dopo un periodo con temperature elevate e aria satura basta infatti l’arrivo di aria più fresca per scatenare la miccia del maltempo. Si tratta di episodi perturbati molto violenti e intensi, ma che almeno rinfrescano notevolmente l’aria.

Dunque dopo una canicola bollente avremo sempre nei prossimi mesi qualche giorno di pausa dal caldo feroce con i temporali. Ecco le previsioni degli esperti per luglio e agosto 2021.

Meteo luglio e agosto 2021: quando farà più caldo

Stiamo entrando nei mesi centrali dell’estate ed ovviamente saranno i mesi più caldi. Le previsioni meteo indicano dei periodi in cui la colonnina di mercurio salirà ulteriormente portandosi su valori roventi.

Luglio 2021: le previsioni per il mese

Dopo una fine di giugno rovente le previsioni meteo indicano un inizio luglio molto diverso, più fresco e perturbato. Anzi nel weekend i temporali imperverseranno al Nord e in parte del Centro. Ci prenderemo così una tregua dalle temperature africane di questi giorni con valori che torneranno nella norma e addirittura sotto nelle zone dove pioverà.

Ma come abbiamo detto è solo questione di tempo per la prossima ondata. Secondo gli esperti aria rovente dal Sahara arriverà sul Mediterraneo a partire da metà mese di luglio. Quest’Alta Pressione si stabilirà per diversi giorni sull’Italia facendoci vivere temperature da 40 gradi.

Meteo Agosto 2021: sorpresa bollente

Ci sarà qualche pausa con i temporali, un paio di giorni di pausa sul finire del mese di luglio, per poi ricominciare nuovamente ad agosto. Secondo gli esperti il mese clou dell’estate inizierà con valori termici molto alti e farà registrare alla fine un incremento positivo medio di +3 gradi.

Agosto sarà dunque all’insegna del caldo e non solo nella sua prima metà – che sarà caratterizzata dal caldo africano con picchi di 40 gradi al Sud – ma anche nella seconda. Da Ferragosto in poi sono attese infatti temperature più elevate della norma.

Ciò non riguarderà solo l’Italia, ma tutta Europa. Dai Paesi Nordici alla Russia, dalla Germania al Portogallo ovunque le temperature ad agosto sono attese più alte della media.

Anche settembre dovrebbe iniziare sotto l’egida del caldo, non intenso come quello di luglio o delle prima metà di agosto, ma comunque maggiore del solito. Dunque chi sta pensando di andare in vacanza a settembre potrà contare su un meteo amico.

Il meteo dell’estate 2021 indica dunque un’estate bollente e lunghissima.

Previous articleLa guida di Corfù alle spiagge più belle e imperdibili dell’isola
Next articleLa sfilata di Max Mara è un omaggio ai viaggi e alle donne: ecco perché dovete assolutamente vederla
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.