Torna la fiction Don Matteo: dove è girata e chi sarà il nuovo Don Matteo

Chi è il nuovo interprete di Don Matteo 13 al posto di Terence Hill. A breve le riprese della fiction che sarà girata sempre in Umbria

Don Matteo, ovvero Terence Hill
Don Matteo, ovvero Terence Hill e il Maresciallo Cecchini, ossia Nino Frassica nella fiction Don Matteo

In sella a quella bicicletta Don Matteo ha fatto su e giù per Gubbio e Spoleto per ben 12 stagioni, ha risolto decine di casi e incantato milioni di spettatori. Merito dei vispi occhi azzurri di Don Matteo, ovvero di Terence Hill, del suo garbo e del suo acume, della simpatia del Maresciallo Cecchini, ossia Nino Frassica e anche della bellezza dei borghi dell’Umbria. E ora giunti alla 13esima stagione il colpo di scena: Don Matteo non sarà più interpretato da Terence Hill. Chi arriva al suo posto e dove sarà girata la serie?

Terence Hill lascia Don Matteo: arriva Raoul Bova

Il successo planetario – la fiction è esportata in varie parti del mondo – e la richiesta dei fan di una tredicesima stagione hanno spinto Rai Fiction e Lux Vide a produrre un’altra stagione. Ma questa volta a interpretare il prete investigatore che risolve i casi seguendo le piste dell’anima non ci sarà Terence Hill, ma Raoul Bova.

E’ l’attore romano, 49 anni, stando dunque alle indiscrezioni riportate da TvBlog, sarà il nuovo Don Matteo 13. Non si sa se la scelta sia stata dettata da una decisione di Terence Hill di non proseguire o solo dalla volontà della produzione di rinnovare la serie.

 Raoul Bova
Il nuovo Don Matteo, stagione 13, sarà interpretato da Raoul Bova

Il passaggio di testimone non sarà però netto. La tredicesima stagione che andrà in onda il prossimo autunno inizierà con Don Matteo regolarmente interpretato da Terence Hill e solo dalla quarta puntata il testimone passerà a Raoul Bova. Sarà dunque la trama della fiction a consegnare le chiavi della canonica al nuovo prete.

Per chi va via c’è un ritorno: quello del Capitano Anceschi interpretato da Flavio Insinna. Personaggio molto acclamato dal pubblico il suo ritorno renderà leggermente meno amaro l’addio di Terence Hill. Anche se per molti, o quasi tutti i fan, immaginarsi qualcun’altro che non sia Terence Hill in sella alla bici a risolvere i casi appare un’eresia.

Dove sarà girato Don Matteo 13

Don Matteo è stato un successo Rai ma anche un successo per l’Umbria. Aver infatti mostrato due dei suoi borghi più belli, Gubbio e Spoleto, ha fatto arrivare molti più turisti nel cuore dell’Italia. C’è stato infatti chi volveva vedere dal vivo la chiesa di Don Matteo o la caserma dei Carabinieri e chi semplicemente si è accorto, proprio grazie a Don Matteo, di luoghi bellissimi nel nostro Paese.

Palazzo dei Pretori a Gubbio
Il Palazzo dei Pretori a Gubbio, location di Don Matteo dalla stagione 1 a 8

Ma non solo Gubbio e Spoleto, nella serie sono state girate scene anche ad Orvieto, Perugia e Assisi. Non solo un intero episodio dell’11 stagione è stato girato nell’Abbazia di San Pietro in Valle, nella Val Nerina.

Le prime otto stagioni di Don Matteo sono state girate a Gubbio, dalla nona in poi le riprese sono state spostate a Spoleto. E sarà nuovamente Spoleto ad ospitare quest’estate le riprese di Don Matteo 13.

Don Matteo
Don Matteo e il Maresciallo Cecchini in Don Matteo stagione 12 girata a Spoleto.

I luoghi di Don Matteo a Gubbio

Gubbio è stato il primo borgo del prete detective più famoso ed senza dubbio quello con cui il legame è più forte. Dalla quarta stagione infatti i personaggi parlando esplicitamente di Gubbio, di fatti storici ed eventi realmente successi nella cittadina umbra. Come ad esempio i riferimenti alla Corsa dei Ceri che si tiene ogni anno a Gubbio.

Gubbio
La medievale e incantevole Gubbio luogo di Don Matteo

 

La Caserma dei Carabinieri dove lavora il Maresciallo Cecchini, ovvero Nino Frassica, e il Capitano Anceschi, interpretato da Flavio Insinna prima e da Simone Montedoro poi, è lo splendido Palazzo Pretorio che si trova in piazza Grande. Un edificio risalente al 1475 simbolo di Gubbio. Gli interni per sono stati girati a Cinecittà.

La Chiesa di Don Matteo è invece la Chiesa di San Marziale. Utilizzata per le riprese anche la Chiesa di San Giovanni e finito inquadrato anche il famoso e iconico, simbolo della città, Palazzo dei Consoli.

Un’altra location è quella del Parco Rangiaschi dove il Maresciallo Cecchini e il Capitano fanno jogging. Un Parco che assomiglia a un grande giardino inglese realizzato nel 1800 dal Marchese Francesco Rangiaschi.

I luoghi di Don Matteo a Spoleto

Piazza Duomo a Spoleto
Piazza Duomo a Spoleto, uno dei luoghi di Don Matteo

Uno dei luoghi più iconici di Spoleto è Piazza Duomo ed è proprio questa una delle inquadrature più frequenti nella fiction. D’altronde proprio lì c’è la canonica di Don Matteo e la Caserma dei Carabinieri, ospitata presso Palazzo Bufalini, risalente al 1500. Un palazzo caratteristico con il suo splendido Giardino pensile. La Chiesa di Don Matteo è invece la Basilica di Sant’Eufemia.

Nella fiction finiscono altri luoghi di Spoleto come il Ponte delle Torri che porta alla Rocca Albornoziana.

Rocca Albornoziana
La Rocca Albornoziana a Spoleto, una delle location di Don Matteo

Don Matteo 13 dunque sarà girato nuovamente a Spoleto, ma con Raoul Bova a fare le indagini con la tonaca. Un addio quello di Terence Hill che sarà molto probabilmente mal digerito dai fan e non basterà la bellezza dell’Umbria a placare gli animi.

Previous articleCarla Fracci dove è nata, ha vissuto e i suoi luoghi del cuore
Next articleFlixbus aumenta i collegamenti in Italia per l’estate
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.