Denise Pipitone come Cucchi: “Chi sa qualcosa nelle forze dell’ordine parli”

Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, è ospite della puntata di stasera di “Chi l’ha visto?”. Ecco le sue dure parole contro chi ha indagato su sua figlia.

Si torna a parlare del caso di Denise Pipitone a “Chi l’ha visto?”. Nella puntata di oggi 14 aprile, in onda su Rai3, Federica Sciarelli ha invitato la mamma della povera Denise, Piera Maggio, che non si è mai arresa nel trovare sua figlia scomparsa ormai da 17 anni, e l’avvocato della famiglia Giacomo Frazzitta per tirare le somme. Soprattutto alla luce del triste teatrino mediatico della tv russa e dell’illusione di aver trovato Denise con Olesya, che si è poi rivelato un buco nell’acqua. Sia Piera che l’avvocato si sono duramente scagliati contro chi ha effettuato le indagini su Denise. Ecco le loro parole.

Denise Pipitone, le dure parole di Piera Maggio

Federica Sciarelli, fedele conduttrice di “Chi l’ha visto?”, ha invitato in collegamento Piera Maggio, madre della piccola Denise Pipitone, facendole presente tutto l’amore che in questi giorni si sta diffondendo sui social, dopo il triste capitolo di Olesya. “Quello che sta succedendo in questi giorni,” – ha detto Piera, commossa – “mai come adesso è forte ed è sentito da tante persone. Le coetanee di Denise stanno facendo di tutto per aiutarci, hanno fatto un appelli ai VIP.”

Leggi anche–>Denise Pipitone, spunta un nuovo video: la novità dell’ultima ora

Poi, la mamma si è duramente scagliata contro la Procura che si è occupata del caso di Denise, al momento della scomparsa, 17 anni fa: “Noi vogliamo la verità, noi vogliamo la giustizia. In questi giorni sono rincuorata dal fatto che sono emerse dalla bocca di un PM quelle incongruenze che io ho sempre gridato in questi anni. Ho fatto interviste in passato in cui ero veramente adirata. Le anomalie esistevano e non erano normali.

Leggi anche–>Denise Pipitone, Federica Sciarelli furiosa: cosa ha fatto davvero la tv russa

La famiglia di Denise, soprattutto la Maggio, si è subito affidata alla Procura, che non ha portato avanti le indagini in maniera trasparente e sono troppe le incongruenze: “Io purtroppo su tante cose ho tanto da dire.” – ha continuato Piera -“ Sin da subito abbiamo notato che c’era qualcosa che non andava in quell’indagine. Non voglio colpevolizzare nessuno ma io mi sono affidata a quella Procura. Sicuramente in questa indagine su Denise ci sono state delle persone che ci hanno messo anima e cuore, altre che non erano competenti nell’affrontare un caso e altri che lì dentro non dovevano stare perché non favorivano le indagini.”

Anche l’avvocato Giacomo Frazzitta ha molto da dire sulla questione e ha fatto un appello alle Forze dell’Ordine affinchè qualcuno si faccia avanti “Nel caso Cucchi, qualcuno delle Forze dell’Ordine ha deciso di vuotare il sacco, si è voluto dissociare da quello che era successo e ha raccontato una storia. Sono passati 17 anni. Che qualcuno delle Forze dell’Ordine dell’epoca, magari in pensione perché non ci racconta come sono andati i fatti? Visto che il procuratore Sciuto è forse l’unico che ci credeva, è stato tradito nell’esercizio delle sue funzioni. Io e Piera siamo andati a finire al Servizio Centrale Operativo a dire che le cose a Mazara del Vallo non andavano bene.

denise pipitone