Vite al limite, che fine ha fatto Ashley Dunn: come è diventata oggi

Arrivata a Vite al limite, Ashley Dunn si è detta “disperata”: oggi parla della sua esperienza come “una montagna russa”.

 

“Anche durante alcune giornate particolarmente difficili per i miei pazienti, io devo avere il coraggio e la forza di trovare la via più opportuna per riuscire a lavorare con loro e proseguire il loro percorso di dimagrimento insieme. Loro sono i pazienti ed io il medico curante perché loro hanno bisogno di aiuto, e alla fin fine questo è quello che io devo fare: aiutarli a ritrovare la giusta via per migliorare la loro vita, indipendentemente da tutto il resto”: così il dottor Nowzaradan spiega il suo lavoro nella clinica di Vite al limite. Il programma americano (portato in Italia da Real Time) segue la vita di persone patologicamente obese per un anno: il loro obiettivo è quello di dimagrire abbastanza da potersi sottoporre all’operazione finale.

Ashley Dunn Bratcher

Come molti altri partecipanti, Ashley Dunn è arrivata a Vite al limite descrivendosi come “disperata”. All’inizio del suo episodio la ragazza pesava 213kg: a soli 27 anni non riusciva più a deambulare da sola e il peso del suo corpo rischiava di soffocarla.

Leggi anche -> Vite al limite, chi è Kenae Dolphus: il suo percorso con il Dott. Nowzaradan

L’episodio di Ashley Dunn è uno dei migliori. La giovane, infatti, nel corso della puntata è riuscita a perdere ben 116kg. Arrivata finalmente al peso di 97kg, Ashley ha potuto sottoporsi all’operazione finale del dottor Nowzaradan. Nonostante sia rimasta sovrappeso, la giovane non è più obesa: come tanti altri partecipanti di Vite al limite, una volta raggiunta la fine del suo percorso al programma dovrà continuare a lavorare su sé stessa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Oggi, Ashley Dunn ha mantenuto la sua promessa. La ragazza continua a pubblicare foto dei suoi traguardi su Instagram e Facebook, dimostrando di essere molto più sicura di sé. “La mia avventura all’interno del docu-reality è stata difficile e psicologicamente complicata, quasi una montagna russa” ha commentato. “Il tutto è stato per me emotivamente provante, ma io non ho mai mollato così come non sto mollando ora continuando a prendermi cura di me”.