Perché si festeggia la Pasquetta, che cos’è il Lunedì dell’Angelo

Oggi, lunedì 5 Aprile 2021, si festeggia la Pasquetta. Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sul Lunedì dell’Angelo.

Ieri, domenica 4 Aprile 2021, tutto il mondo e le famiglie cristiane hanno celebrato il giorno della Santa Pasqua. Oggi, lunedì 5, si festeggia invece la Pasquetta. Durante questo giorno si commemora l’incontro che le donne, recatesi al sepolcro di Gesù, ebbero con l’Angelo. Proprio per questo tale festività è conosciuta anche con il nome di Lunedì dell’Angelo. Leggiamo insieme qualcosa in più sul giorno successivo alla Pasqua.

Leggi anche->Daniele Scardina, la fede nella Chiesa Evangelica Pentecostale: cos’è

Il Lunedì dell’Angelo pone le sue origini nel Vangelo. Tra le sue pagine è scritto che Maria, la madre di Giacomo e Giuseppe, Maria di Magdala e Salomè si recarono al sepolcro, luogo all’interno del quale il Messia era stato sepolto. Quando giunsero di fronte alla tomba, notarono però con loro immenso stupore e preoccupazione che il masso di accesso, impossibile da muovere a mani nude, era stato spostato.

Leggi anche->Perché si regala l’uovo di Pasqua: tutte le tradizioni

Le tre donne, secondo le parole scritte nel Vangelo, rimasero completamente di stucco di fronte all’accaduto. Proprio allora, un Angelo si presentò loro, comunicando la resurrezione di Cristo. “Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui! È risorto come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto.” – (Mc 16, 1-7).

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Giorno di Pasquetta: che cos’è il Lunedì dell’Angelo

L’espressione Lunedì dell’Angelo si utilizza prevalente in Italia per indicare il giorno di Pasquetta. Non rientra infatti nel calendario liturgico della Chiesa Cattolica con la denominazione sopracitata. Nel resto del mondo cristiano, il giorno successivo alla Pasqua è conosciuto come Lunedì dell’Ottava di Pasqua, ma non si tratta di una festività di precetto, ossia non è obbligatorio recarsi a messa. L’introduzione di tale giornata come festività risale al dopoguerra. Durante il Lunedì dell’Angelo si celebra e si ricorda l’incontro, narrato nelle pagine del Vangelo, delle donne, giunte al sepolcro per cospargere Gesù di oli aromatici, con l’Angelo, il quale ne annunciò la resurrezione.