Sardegna, alloggiare in una house boat: dormire in una barca a Cagliari

Dormire in una house boat, ovvero una casa galleggiante, al porto di Cagliari. Come fare e quanto costa

house boat
House Boat Sardegna: dove si trovano e quanto costano

Altro che hotel o B&B, la nuova frontiera del turismo sono le house boat, ossia le case galleggianti. Una soluzione ricettiva già molto utilizzata all’estero, numerose sono quelle di Amsterdam ad esempio, e che ora sta prendendo piede anche da noi in Italia. Soprattutto in Sardegna dove le house boat sono già realtà, fanno il tutto esaurito e ben presto ne arriveranno molte altre.

Le House Boat in Sardegna si trovano al porto di Su Siccu e alla Marina di Porto Sant’Elmo a Cagliari e sono non solo belle da vedere – tutte colorate e curate nei dettagli-, ma sono anche una comoda soluzione per i viaggiatori. Si trovano infatti vicino alle spiagge e ad appena 10 minuti a piedi dal centro storico di Cagliari.

Al momento le house boat della Sardegna sono circa 300 ma l’obiettivo è arrivare a 1000 house boat come ha detto recentemente il vice presidente di Confindustria Nord Sardegna Giovanni Conoci. Si guarda alla Croazia dove le house boat sono già 6 mila con un giro di circa 50 mila turisti a settimana sin dalla primavera. Un obiettivo ora anche per la Sardegna.

Dormire in house boat in Sardegna: come fare e quanto costa

Alloggiare in un house boat vuol dire vivere una vacanza a stretto contatto con la natura, essere cullati dal rumore del mare e svegliarsi con le onde. Le house boat in Sardegna sono barche dotate di ogni comfort che non vi faranno rimpiangere la camera d’albergo.

Si tratta di un’esperienza diversa dal solito, immersiva e divertente. Unisce infatti alla vita su di una barca i lussi di un hotel. Una combinazione vincente e che piace tantissimo. L

Le house boat Sardinia di Su Siccu sono realizzate con cura e possono ospitare fino a 3 ospiti in un ambiente di 20 metri quadri. Oltre alla zona notte dispongono di bagno e di cucina. Hanno poi un terrazzino esterno con tavolo dove godersi il sole, osservare i pescherecci che entrano in porto e ammirare le stelle con il dolce rumore del mare. Inoltre c’è anche una griglia per una cena all’aperto magari con il pescato del giorno. Sono a disposizione degli ospiti poi delle attrezzature sportive, come il kayak, e le bici mountain bike.

Certo, un po’ di spirito d’adattamento ci deve essere per dormire in una house boat. Può capitare che si senta odore di pesce – e pur sempre un porto – alcuni servizi sono disponibili solo alla Marina del porticciolo, il bagno è piuttosto spartano (d’altronde è una barca!) ed è una soluzione praticabile solo in estate o tarda primavera.

C’è poi a poche centinaia di metri ancorata al porticciolo della Marina di Sant’Elmo la House Boat Luxury. Lo spazio è più grande, 30 metri quadri, ha due stanze, può ospitare fino a 4 persone, ha un bagno completo con doccia, una cucina, una zona soggiorno, un solarium esterno.

Quanto costa dormire in una house boat in Sardegna? I prezzi variano ovviamente dalla stagione e dalla tipologia. Ad inizio estate i prezzi si aggirano fra i 130 e i 170 euro a notte (dipende dal numero degli ospiti) fino a 200 di Ferragosto. Potete prenotare attraverso i portali come Booking o Edreams.

Previous articleGrave lutto si abbatte su Temptation Island: il triste annuncio
Next articleIsola dei famosi, Tommaso Zorzi contro Brando: “Vuoi buttare giù Elisa Isoardi”
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.