Sinner e Karatsev: battaglia in campo, il russo è troppo forte

Grande sfida di tennis a Dubai tra la promessa del tennis azzurro Jannik Sinner e Aslan Karatsev, come è finita la sfida.

(Francois Nel/Getty Images)

Quarti di finale dell’ATP 500 di Dubai per l’italiano Jannik Sinner, ormai molto più che una promessa del tennis azzurro: l’anno scorso a Sofia, a 19 anni e 2 mesi, è diventato il tennista italiano più giovane ad aver vinto un torneo nell’era Open. Attualmente è il numero 32 al mondo, la posizione più alta raggiunta nel ranking e di tornei ATP nel palmares ne ha vinti due.

Leggi anche –> Jannik Sinner | età, carriera, vita privata | tutto sul fenomeno del tennis italiano

Infatti, l’inizio del 2021 per lui è stato davvero finora abbastanza ricco di soddisfazioni: poco più di un mese fa, ha superato in finale 7-6, 6-4 il connazionale Stefano Travaglia in una finale tutta italiana aggiudicandosi la prima edizione del “Great Ocean Road Open”. La strada per scalare i vertici del tennis mondiale è ancora lunga.

Leggi anche –> Jannik Sinner, chi è la fidanzata Maria Braccini: foto, social, vita privata

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Com’è finita tra Jannik Sinner e Aslan Karatsev

La dimostrazione è anche la sfida di oggi che valeva il pass per la semifinale di Dubai. Di fronte Sinner aveva il russo Aslan Karatsev, che pur essendo un classe 1993 di fatto solo nel 2021 ha ottenuto i suoi successi più importanti: agli Australian Open, ha battuto al terzo turno Diego Schwartzman con un triplo 6-3, quindi è stato sempre nello stesso torneo il primo giocatore dell’era Open ad aver raggiunto la semifinale al debutto. Sempre nel 2021 ha conquistato un torneo ATP 250, quello disputato a Doha, nel Qatar.

Tiratissimo il primo set con un break per parte e alla fine tutto si decide al tie-break: vince Sinner per sette a sei, chiudendo per sette a cinque nel game finale. Nel secondo set, l’azzurro parte molto male contro Karatsev, numero 41 al mondo, e dopo aver concesso il primo game, al termine di un secondo game lunghissimo concede anche il break. Al russo sembra davvero riuscire proprio tutto e chiude il secondo set per 6-3. Il terzo set si apre subito con un break del russo. Subito controbreak di Sinner, che tiene il servizio e tiene soprattutto viva la partita. Nel quinto game, diversi errori del giovane azzurro regalano un nuovo break. Nuovo break nel settimo game, che di fatto chiude l’incontro.