Giulia Muscariello, chi è la giovane che ha perso una gamba per salvare l’amica

Giulia Muscariello, la storia della ragazza che ha salvato la vita alla migliore amica: Sergio Mattarella l’ha nominata Alfiere della Repubblica.

Giulia Muscariello è la ragazza che negli ultimi mesi è diventata famosa per aver salvato la vita alla sua migliore amica. Durante l’incidente Giulia, appena 18enne, ha perso la gamba ed oggi deve combattere quotidianamente contro numerosi limiti e fatiche.

Giulia Muscariello: la storia che le ha cambiato la vita

È successo tutto nella notte fra il 30 e il 31 luglio dell’anno scorso. Le due amiche erano sedute a chiacchierare su un muretto quando Giulia ha sentito il rombo di un’auto avvicinarsi sempre di più. Alzando gli occhi ha visto una Mini Cooper arrivare dritta contro di loro: Giulia ha avuto la prontezza di dare uno spintone a Chiara, la sua migliore amica, per evitare che venisse presa in pieno dall’auto, ma non è riuscita a scappare. Lei racconta: “Continuavo a urlare: la mia gamba, oddìo, non ho più la gamba. Ho visto il mio piede in una posizione assurda… poi sull’ambulanza sono svenuta e mi sono svegliata il giorno dopo in ospedale”.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Chiede aiuto in videochiamata all’amica, il gesto in codice le salva la vita VIDEO

Purtroppo Giulia ha perso la gamba sinistra nell’incidente. “All’inizio è stato devastante, non volevo crederci. Pensavo: è un incubo, ora mi sveglio e passa tutto. La mia famiglia era scioccata, io non riuscivo ad accettare che fosse successo davvero”. Ma con il tempo Giulia ha imparato ad accettare la sua nuova condizione, acquistando una protesi: “La prima volta che sono andata al Centro protesi di Budrio, vicino a Bologna, ho conosciuto un mondo nel quale mi sono sentita perfino fortunata. C’era chi stava molto peggio di me, c’erano bambini che lottavano per farcela. Perché io no? Ho capito che piangermi addosso non mi avrebbe aiutato, così ho cominciato a rinascere e adesso eccomi qui. Ho la mia prima protesi provvisoria, sto in piedi, cammino, salgo e scendo le scale… devo solo migliorare in sicurezza”, ha raccontato.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Mentre Giulia entrava ed usciva dagli ospedali, la migliore amica Chiara ha creato una raccolta fondi su GoFundMe, per aiutare la famiglia a pagare le spese mediche e la protesi. Il suo appello su Facebook è diventato virale in pochissimo tempo, e Chiara è riuscita a raccogliere più di 50 mila euro. Il 26 febbraio, poi, Giulia è tornata a casa. Pochi giorni dopo il presidente Sergio Mattarella ha deciso di nominarla Alfiere della Repubblica, per via del coraggio e altruismo dimostrato dal suo grande gesto d’amore e amicizia. Lei oggi racconta: “Alla vita voglio dire che ce la farò, che voglio continuare a essere la persona che sono e che in futuro vorrei aiutare chi si ritrova nelle mie condizioni e si sente smarrito, magari con un’associazione, vedremo. E invece a Chiara vorrei chiedere di non sentirsi mai più in colpa per me, ho fatto quel gesto per istinto, la considero una sorella, la nostra amicizia mi ripaga di tutto ogni giorno”.