Lutto nel mondo del Cinema: morto Cliff Simon, star di Stargate SG-1

Il mondo del cinema e gli appassionati della serie Stargate SG-1, piangono la scomparsa dell’attore Cliff Simon.

Si è spento a 58 anni Cliff Simon, attore sudafricano conosciuto principalmente per il ruolo di Ba’al in Stargate SG-1. Ad annunciare la triste notizia su Facebook è stata la moglie Colette ieri: “Ad amici, famiglia e fan, è con un dolore inimmaginabile che condivido con voi che il mio amato marito, Cliff Simon, è morto alle 12:30 di martedì 9 marzo 2021. Era a Topanga Beach, in California, e purtroppo è morto dopo un tragico incidente di kiteboarding”.

La donna ci ha tenuto a ricordare che il marito era sì un attore, ma che nella sua vita era ed era stato molto altro: “Era noto alla maggior parte di voi in questa pagina come il cattivo che amavate odiare, Ba’al, dello Stargate SG-1. Ma come ha detto, ‘recitare è quello che faccio, è solo una parte di ciò che sono'”. Una frase che vale per qualsiasi artista noto per le sue interpretazioni, ma che per Cliff era anche una voce da curriculum. Nella vita, infatti, era stato uno sportivo, un insegnante, un ballerino e uno scrittore, oltre che, negli ultimi anni, un bravissimo attore.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Lutto nel calcio giovanile: Manuel Cesarini morto a 15 anni

Cliff Simon e la sua straordinaria e variegata carriera

Nato in Sud Africa, ma trasferitosi giovanissimo a Londra, Cliff Simon da ragazzo era un atleta agonistico sia nel nuoto che nella ginnastica. In Inghilterra ha partecipato persino a delle prove olimpioniche di nuoto, ma alla fine ha deciso di lasciare lo sport per dedicarsi ad altro. Tornato nella sua terra natia, si è prima arruolato nell’Air Force e dopo aver lasciato l’esercito ha cominciato a lavorare come istruttore di wind surf e scii nautico nei resort.

In quel periodo è stato anche ingaggiato per recitare in uno spettacolo teatrale, esperienza che gli ha consentito di ottenere un lavoro come ballerino all’iconico Mulin Rouge. Dopo due anni a Parigi, ha deciso nuovamente di cambiare vita e attività lasciando il lavoro da ballerino e mettendo per iscritto quell’esperienza nel suo primo libro ‘Paris Nights: My Year at the Moulin Rouge‘. Il ritorno in Sud Africa è coinciso con l’inizio della sua carriera da attore, visto che è stato scritturato per la serie Egoli -Place of Gold. Trasferitosi ad Hollywood, Cliff ha recitato prima in Nash Bridges, quindi ottenuto la parte di Ba’al nella serie cult Stargate SG-1. Vi è rimasto per 5 anni, prendendo parte anche al film Continuum, legato al macrocosmo di Stargate.