Quando trovo te di Francesco Renga: testo, video e significato della canzone

Francesco Renga torna a Sanremo con il brano Quando trovo te: testo, video e significato della canzone in gara al Festival.

Tra i 26 cantanti in gara al Festival di Sanremo, uno dei più amati dal pubblico è sicuramente Francesco Renga. Per il cantautore si tratta della 7a partecipazione al festival della canzone italiana, un connubio quello Renga-Sanremo che ha portato molto successo al cantante. Il suo debutto sul palco dell’Ariston è avvenuto nel 1991 quando era il frontman dei Timoria (vincono il premio della critica), ma il vero successo lo riscontra dieci anni dopo quando si presenta come solista e vince il premio della critica per la categoria nuove proposte con il brano Raccontami.

Passeranno 4 anni prima che Renga si presenti nuovamente a Sanremo ed anche in quel caso ottiene un successo: nel 2005 Francesco Renga trionfa con il brano Angelo. Il cantautore torna sul palco dell’Ariston in altre tre occasioni: nel 2009, nel 2014 e nel 2019, ma non riesce a bissare il successo del 2005. Quest’anno torna per la settima volta con il brano Quando trovo te, ascoltato da tutto il pubblico una prima volta ieri sera.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Quando trovo te, di Francesco Renga: testo, significato e video della canzone

Il testo e la musica della canzone di Francesco Renga sono stati scritti in collaborazione tra lo stesso cantante, Casalino e Faini. La produzione del brano è stata invece curata dall’etichetta Universal, alla quale il cantautore è legato già da diverso tempo.

Leggi anche ->E invece sì di Bugo: testo, video e significato della canzone di Sanremo 2021

Vediamo il testo ed il suo significato:

Guarda un po’ la mia città è insonne
E ha smesso di sognare
Come mai nessuno ora lo ammette
Gente che taglia le ombre
Mentre il traffico ancora riempie
Spazi immensi di solitudine
Questa volta ho come l’impressione
Che la speranza abbia cambiato umore.
E la mia testa non ne vuole più sapere
Di stare ferma e io continuo ancora a camminare
Si bagnano anche gli occhi, forse piove
E lo sguardo che segue il tragitto di un cane
E va a finire che
Come sempre mi dimentico
Dimentico di te
Sempre mi dimentico
Ma poi io ti ritrovo
Sempre se mi guardo
E intorno non c’è niente
Sei lo stupore atteso, un desiderio
La verità in un mondo immaginario
Sempre sempre
Si confondono perfettamente
Le mie gioie
Inevitabilmente
Sempre sempre
Le ritrovo tutte quante sempre
Solo quando trovo te.
Questa città confonde
Di luci sempre accese
Dicono che tornerà sereno a fine mese
Io sempre fuori stagione
E la tua testa non ne vuole più sapere
Di stare ferma e quel silenzio dentro fa rumore
All’improvviso torno a respirare
Una stanza, due sedie, la cena, un film
Qual è il finale?
Come sempre mi dimentico
Dimentico di te
Sempre mi dimentico
Ma poi io ti ritrovo
Sempre se mi guardo
E intorno non c’è niente
Sei lo stupore atteso, un desiderio
Tra mille note in volo un suono nuovo
Sempre sempre
Si confondono perfettamente
Le mie gioie
Inevitabilmente
Sempre sempre
Le ritrovo tutte quante sempre
Solo quando trovo te.
Tu che dormi sul divano
Quando resta sulle mani
Il tuo profumo
Le tue cose fuori posto
Quelle scarpe sulle scale
Mi portano da te
Come sempre mi dimentico
Dimentico di te
Sempre mi dimentico
Ma poi io ti ritrovo
Sempre se mi guardo
E intorno non c’è niente
Sei lo stupore atteso, un desiderio
La meraviglia di ogni giorno nuovo
Sempre sempre
Si confondono perfettamente
Le mie gioie
Inevitabilmente
Sempre sempre
Le ritrovo tutte quante sempre
Solo quando trovo te.
Solo quando trovo
Trovo te.

Leggi anche ->Cuore amaro di Gaia: testo, video e significato della canzone di Sanremo 2021

Il brano parla di un uomo alla ricerca di un equilibrio, sconvolto da un’esistenza che non offre certezze e da una società che è distante e indifferente. Nel mezzo di questo cammino solitario di ricerca, l’uomo si rende conto che non ha bisogno di trovare qualcosa, poiché anche nei momenti più bui, quelli in cui il destino ci mostra quanto è terrificante la vita, ciò che conta lo abbiamo sotto il nostro tetto. L’amore e l’affetto di una persona cara sono in grado di sollevarci il morale, di fungere da ancora di salvezza, di ricordarci che in fondo la felicità sta nella quotidianità e nei piccoli gesti.