Bergamo, scoperta assurda: telecamere nel bagno delle maestre, sindaco indagato

Ancora una brutta vicenda in Italia: in provincia di Bergamo, ad Albano Sant’Alessandro, sono state ritrovate telecamere nel bagno delle maestre

Sindaco Maurizio Dionisi

In una scuola elementare in provincia di Bergamo, precisamente ad Albano Sant’Alessandro, è stata ritrovata una telecamere nascosta nel bagno delle maestre. E così è partita un’indagine a carico del sindaco, Maurizio Dionisi, che è anche l’insegnante della stessa scuola elementare. L’accusa è per interferenze illecite nella vita privata. Come svelato dall’edizione de “Il Corriere della Sera” e de “L’Eco di Bergamo” proprio una maestra aveva scoperto quella microcamera nascosta e aveva subito denunciato l’accaduto. Lo stesso primo cittadino e maestro si era preso la responsabilità svelando come si trattasse di un gioco erotico con una collega sposata.

Leggi anche –> Bimbo di 20 mesi rapito per strada: immagini choc delle telecamere di sicurezza

Bergamo, la ricostruzione della triste vicenda

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Subito sul posto sono arrivati gli investigatori che hanno controllato nel dettaglio gli altri bagni della scuola, anche quelli degli alunni, senza trovare nulla. La dirigente scolastica provinciale, Patrizia Graziani, ha rivelato: “Posso solo rassicurare i genitori, stiamo seguendo da vicino e con attenzione quanto accaduto”. Ma, come riporta l’Eco di Bergamo, il sindaco non si è presentato a scuola sabato 20 febbraio, mentre non ha neanche presieduto alla seduta comunale per approvare il bilancio del comune: motivazioni ufficiali per salute. Al suo posto c’è stata la vice-sindaca Claudia Vanoncini che ha cercato di motivare la sua assenza: “Non so cosa sia accaduto. Lo conosco come una persona onesta e scrupolosa, dunque mi riservo di capire di più. Noi stiamo andando avanti a lavorare”. Una situazione ancora da comprendere nel profondo visti gli ultimi avvenimenti che andranno ricostruiti nella maniera giusta.

Sindaco telecamere