Carabiniere 37enne adesca bimba su Instagram nel lockdown: l’orrore svelato in un libro

Gabriele Parpiglia ha condiviso con i suoi followers su instagram un libro davvero speciale, una storia di terribile pedofilia e del coraggio di una ragazzina.

 

Storie come quelle condivise oggi da Gabriele Parpiglia ce ne sono tante, purtroppo, ogni giorno e sotto i nostri occhi. Il braccio destro di Alfonso Signorini, infatti ha voluto pubblicizzare ai suoi followers su instagram un libro particolare: “Hai comprato il perizoma o sei con il pigiamino?”. Un titolo agghiacciante alla luce del contenuto del volume, che racconta la storia vera di una coraggiosa ragazzina di 13 anni e di come è riuscita a vincere sull‘orco che l’ha adescata tramite internet. Parpiglia ha lanciato così un appello affinché storia come queste non vengano dimenticate ma raccontate sempre di più, perché le vittime dei predatori del web sono tante, tantissime e sono le nostre figlie, le nostre sorelle, le nostre nipoti.

Gabriele Parpiglia condivide il libro di Natasha

Natasha Galano è la coraggiosa zia di Lucia (nome di fantasia, per non svelare quello reale della minorenne), che non è proprio riuscita a stare zitta, di fronte alla terribile storia della nipotina, vittima di un orco che ha cercato di adescarla via internet quando aveva appena 13 anni. Una storia come tante, purtroppo.

Leggi anche–> Pedofilia, bimba di 10 anni abusata dal parroco del suo paese

La ragazzina è stata seguita da un profilo con un nickname, che apparteneva ad un ragazzo di 21 anni morto poco tempo prima e di cui si era appropriato un uomo adulto di 37 anni, che poi si è scoperto essere un carabiniere. Le chat tra i due, all’inizio apparentemente innocenti, ben presto diventano agghiaccianti e da voltastomaco: l’uomo le fa delle avances sessuali, racconti molto spinti, richieste osè. Tutto questo ad una bambina di solo tredici anni.

Leggi anche–> Predatore sessuale, relazione su Snapchat tra prof e alunna

 La famiglia della bambina, tra cui la zia Natasha, si era accorta che c’era qualcosa che non andava e che Lucia non era più la stessa, da un po’ di tempo. Poi, la spaventosa scoperta delle chat di quell’orco che la voleva per sé. Il libro raccoglie la storia vera di Lucia, raccontata anche grazie all’aiuto della zia Natasha, pubblicato da Carodiaro edizioni e pubblicizzato da Parpiglia.

 

i, pedofilo si fingeva la piccola Giulia per adescare bambine