Qual è la certosa più grande e famosa d’Italia? Quella di Padula, in provincia di Salerno

Alla scoperta della Certosa di Padula: una delle più belle e gigantesche d’Italia e d’Europa.

Il chiostro della Certosa di Padula
La certosa di Padula – AdobeStock

L’Italia è ricca di bellezze naturali e architettoniche di ogni genere e tipo. Le certose, ossia i monasteri dei monaci certosini, sono sicuramente tra le strutture più interessanti ed affascinanti da visitare. Soprattutto in questo periodo storico visto che sono collocate in zone molto solitarie e lontane dalla folla. Ma qual è la più grande e famosa d’Italia? La Certosa di Padula, o di San Lorenzo, nel Vallo di Diano in provincia di Salerno.

La bellezza della Certosa di Padula o San Lorenzo

La Certosa di Padula è tra le più antiche ed è uno dei complessi monumentali barocchi dell’Italia del Sud più famosi e complessi, nonché la più grande a livello nazionale  tra le più gigantesche d’Europa. Inoltre, il suo chiostro, è il più grande d’Italia visto che misura 12mila metri quadrati. Si tratta di una struttura architettonica unica nel suo genere insomma che nel 1998 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La storia e la struttura

Fondata nel 1306 per volontà del Conte di Marisco, oggi la Certosa di Padula ospita il Museo Archeologico della Lucania e si contraddistingue per questo stile architettonico prevalentemente barocco. All’interno si trovano circa 350 stanze ed è il più grande d’Italia e uno dei più grandi dell’Europa visto che si estende su una superficie di circa 51mila metri quadrati. Tanti gli elementi da visitare come la Corte Esterna, la Foresteria con il chiostro, la fontana del 1604 e la Torre dell’Orologio.

Il chiostro e l’altare in madreperla

Il chiostro, che come abbiamo già sottolineato è gigantesco, conta ben 84 archi su due livelli uniti da uno scalone a doppia rampa unico nel suo genere per via della conformazione ellittica. Altro elemento meraviglioso è la loggia con tantissime pitture risalenti al seicento e la chiesa con un soffitto in stuccato meraviglioso e un altare in madreperla. La certosa, come tradizione vuole, è divisa in due parti: una destinata al riposo e alla contemplazione, una invece con delle aree destinate al lavoro.

L'altare della Certosa di San Lorenzo
Certosa Padula

Tutto, nella Certosa di Padula, è meraviglioso, compresi i pavimenti spesso ornati da straordinarie maioliche. Visitare questo luogo è quindi un regalo che ci si fa, sia per lo spirito che per la propria cultura personale.