Atalanta in lutto: morto Willy Ta Bi, giovane promessa della Primavera

Choc nel mondo del calcio, l’Atalanta in lutto: morto Willy Ta Bi, giovane promessa della Primavera, vinse lo scudetto contro l’Inter.

(Alessandro Sabattini/Getty Images)

Un grave lutto ha colpito in queste ore il mondo del calcio: il centrocampista Willy Braciano Ta Bi, ex campione d’Italia con la Primavera dell’Atalanta nel 2019, è morto dopo aver lottato a lungo contro un male incurabile. Era considerato uno dei centrocampisti africani più dotati e promettenti della sua generazione. Da tempo, a quanto pare, era tornato in Costa d’Avorio, suo paese d’origine.

Leggi anche –> Cristiano Ronaldo Georgina, DPCM violato per andare a sciare VIDEO

Paragonato al connazionale Franck Kessié, il suo contributo per i successi della Dea nelle giovanili è stato davvero fondamentale: cresciuto nel settore giovanile dell’AS Adjamé, ha giocato in altri due club del suo Paese, prima di sbarcare a Bergamo il 31 gennaio 2019. Gioca solo la seconda parte di quel campionato, ma è fondamentale.

Leggi anche –> Georgina Rodriguez compie 27 anni: come ha conosciuto Cristiano Ronaldo, la verità

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Morto Willy Ta Bi, ex campione d’Italia con l’Atalanta Primavera

Infatti, in appena sette partite realizza tre reti ed è uno dei protagonisti della vittoria nella finale scudetto contro i pari età dell’Inter. Nella stessa estate di quell’incredibile scudetto, è stato ceduto in prestito al Pescara. Successivamente, a causa di un infortunio, il club abruzzese decide di non riscattare il prestito e il calciatore rientra nelle file dell’Atalanta, dove però non giocherà più. Sempre nel 2019, infatti, arriva il rientro in Costa D’Avorio.

Il giovane calciatore infatti scopre di avere un tumore e la sua federcalcio si rende disponibile a pagare le cure mediche. Purtroppo, nonostante le cure, il tumore non gli lascia scampo e scompare così prematuramente a soli 21 anni. Ta Bi, oltre che uno scudetto con l’Atalanta primavera, aveva dimostrato grandissime doti tant’è che nel 2017, a soli 17 anni e mezzo, aveva già esordito con la nazionale maggiore del suo Paese, in amichevoole contro il Benin.