Giovanni Finotello ucciso a martellate dal figlio dopo una lite

La tragica morte di Giovanni Finotello ucciso a martellate dal figlio dopo una lite: il dramma durante una discussione familiare.

(Facebook)

Ancora sangue in Italia: secondo quanto si è appreso l’ultimo drammatico omicidio in ambito familiare si è consumato in provincia di Rovigo, a Porto Viro. Un giovane di trent’anni, infatti, ha ucciso a martellate il padre, Giovanni Finotello, 57 anni. L’uomo – in base alla ricostruzione – è stato colpito più volte alla testa e al busto.

Leggi anche –> Rossella Placati, chi era la donna uccisa a Bondeno: nuovo delitto in provincia

L’uomo non è deceduto sul posto nonostante la gravità delle ferite riportate, ma è stato inizialmente ricoverato, quindi è morto in ospedale. L’indagine è condotta dai militari dell’Arma dei Carabinieri. Si tratta del terzo delitto in ambito familiare che avviene in 20 giorni in provincia di Rovigo.

Leggi anche –> Faenza, donna morta trovata in casa: rumori all’alba poi la scoperta

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Perché Giovanni Finotello è stato ucciso dal figlio? Il movente del tragico parricidio di Porto Viro

(screenshot video)

Dalle prime informazioni, ci sarebbe stata una lite in famiglia, causa scatenante della furia del giovane di circa 30 anni, che ha colpito con colpi di martello suo padre. Giovanni Finotello, fanno sapere gli inquirenti, è stato ricoverato in gravissime condizioni alla casa di cura “Madonna della Salute” di Porto Viro. Pochi minuti dopo l’arrivo nel nosocomio cittadino, ne è stato constatato il decesso.

Il figlio della vittima, che si è reso protagonista del grave fatto di sangue, si trova ora in caserma, a disposizione dei militari dell’Arma dei Carabinieri. Dovrà essere lui a chiarire cosa abbia scatenato così tanta cieca violenza. Grande lo choc all’interno della comunità locale dopo che si è diffusa oggi pomeriggio la notizia del grave delitto. Questo è il terzo delitto in famiglia, il secondo parricidio, dopo la morte di Edis Cavazza, 44 anni, ucciso dal figlio di appena 17 anni con la complicità della sua fidanzata.