I Paesi senza Covid: dove vivere liberi dal coronavirus

Nel mondo solo 14 Paesi non hanno conosciuto il coronavirus. Quali sono e le possibilità di visitarli

Kiribati
Kiribati, paese Covid-free

La pandemia di Covid dichiarata ufficialmente dall’Oms l’11 marzo 2020 ha raggiunto in questi 12 quasi qualsiasi angolo del mondo. Dall’Australia alle Hawaii dal Giappone a New York. Perfino l’Isola di Pasqua e gli scienziati stanziati in Antartide sono stati raggiunti dal Coronavirus. E mentre tutti facciamo ancora i conti con mascherine, distanziamento, lockdown e piangiamo i morti, ci sono 14 Paesi al mondo che non hanno mai conosciuto il Covid.

A rivelarlo è l‘Organizzazione Mondiale della Sanità in un report stilato ad anno dall’inizio della pandemia che finora ha contagiato più di 100 milioni di persone e causato la morte di oltre 2.3 milioni. Ma ci sono 14 Paesi che sono riusciti a chiudersi e a resistere a questo tsunami sanitario.

La stragrande maggioranza di questi Paesi Covid-Free, 12 su 14, sono isole lontane migliaia di chilometri dalle coste, atolli sperduti nell’Oceano. E proprio la loro conformazione geografica gli ha consentito di potersi chiudere e bloccare ogni contatto con l’esterno. Gli altri due Paesi di questa lista Covid Free sono la Corea del Nord e il Turkmenistan su cui i funzionari dell’OMS nutrono però forti dubbi sulla veridicità dei dati forniti.

I Paesi senza Covid nel mondo

Quando un anno fa la pandemia di coronavirus andava diffondendosi in tutto il mondo questi piccoli Paesi hanno agito velocemente chiudendosi a riccio. Evitando ogni contatto con l’esterno sono riusciti così ad evitare che il virus giungesse all’interno.

Un’azione indispensabile per salvaguardare la vita degli isolani. Si tratta infatti di piccole isole o atolli sprovvisti di attrezzature sanitarie adatte a far fronte ad un’emergenza simile.

Oggi questi Paesi vengono guardati con invidia dal resto del Mondo e rappresentano davvero dei paradisi. Si tratta infatti di isole non solo bellissime dal punto di vista naturalistico, ma luoghi dove è possibile condurre una vita normale.

Ovviamente la soglia di attenzione resta altissima e gli ingressi sono estremamente contingentati.

Ecco quali sono i 14 Paesi Covid Free che non hanno mai conosciuto il coronavirus secondo il report dell’OMS.

  • Isole Cook, Pacifico meridionale
  • Kiribati, arcipelago del Pacifico Orientale
  • Micronesia, Oceania
  • Narau, Oceania
  • Niue, isola del Pacifico
  • Okealau, Oceania
  • Palau, Pacifico Occidentale
  • Pitcairn, isola del Pacifico Meridionale
  • Sant’Elena, Atlantico centro-meridionale
  • Isole Samoa Americane, Pacifico Meridionale
  • Tonga, isole del Pacifico meridionale
  • Tuvalu, Polinesia, Oceano Pacifico
  • Turkmenistan
  • Corea del Nord

I Paesi senza Covid: come hanno fatto

L’unico modo per evitare che il coronavirus arrivi è chiudere ogni collegamento. Così le Isole Cook, un arcipelago di 15 isole a 3000 km di distanza dalla Nuova Zelanda nel pieno del Pacifico Meridionale, hanno imposto il divieto di attracco a tutte le navi, comprese quelle da crociera e obbligo di quarantena per chiunque provenisse da fuori.

Ancora più dura la scelta della Samoa Americane che un anno fa hanno chiuso la porta a tutti. Perfino i residenti che si trovavano all’estero non hanno potuto far ritorno nel loro Paese se non solo due settimane fa.

Si è blindata anche l’isola di Narau, minuscola isola non distante da Kiribati, luogo in cui il il sole di ogni nuovo giorno sorge per primo. E un’isola povera e con pochi mezzi e una pandemia sarebbe stata una strage.

Palau invece, arcipelago di 300 isole a largo delle Filippine, oltre ad essersi blindato è riuscito in questo inizio 2021 a vaccinare tutta la sua popolazione. Un passo fondamentale per provare a riaprire la porta verso il mondo esterno.

Nel report come abbiamo detto ci sono anche Corea del Nord e Turkmenistan. Per entrambe però vista la loro posizione geografica risulta altamente improbabile l’assenza di contagi. Più verosimile che i governi dittatoriali presenti nei due Paesi – sembra che il Turkmenistan sia perfino più rigido del regime di Kim Jong Un – preferiscano non diffondere i dati reali.

Previous articleStasera in tv, Le Iene Show: anticipazioni del 16 febbraio
Next articleRiparte la Champions League, dove vedere le partite in tv
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.