Carlo Verdone, chi era la mamma Rossana Schiavina morta prematuramente nel 1984

Carlo Verdone, chi era la mamma Rossana Schiavina, morta prematuramente nel 1984. Scopriamo di più su colei che diede la vita al celebre attore e regista.
Carlo Verdone

Dall’amore di Rossana con Mario Verdone, con il quale si sposò nel 1949, nacquero Carlo e i suoi fratelli, Luca, anch’egli regista e Silvia, produttrice cinematografica. Tutti e tre fecero carriera nel mondo del cinema. E per quanto riguarda Carlo, un ruolo fondamentale nella sua professione lo ebbe proprio sua madre.

Carlo Verdone, chi era la mamma Rossana Schiavina, morta prematuramente nel 1984

Nel corso di una intervista di qualche tempo fa, il grande attore e regista romano ha raccontato del grandissimo legame con la madre Rossana, professoressa di lettere, descrivendo la grande importanza che la Schiavina ebbe nella sua vita, ma anche nell’avvio della propria carriera professionale. Carlo infatti era inizialmente molto timido ed emotivo e in occasione del suo esordio al teatro Alberichino di Roma, aveva deciso, per paura, di non entrare in scena.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Christian De Sica, la sberla presa da Carlo Verdone: cosa è successo tra i due

Fu in quell’occasione proprio sua madre, che l’attore ha più volte descritto come una persona amorevole e spiritosa, che riuscì a convincerlo a fare il suo ingresso sul palcoscenico. La Schiavina prese allora per il collo Carlo e buttandolo fuori di casa gli intimò di non fare il “cacasotto” e di smetterla di frignare, perché un giorno il figlio l’avrebbe ringraziata. A distanza di tanti anni, Verdone ha ammesso di ripensare spesso a quella scena e alla certezza che possedeva sua madre su quello che sarebbe stato il suo percorso professionale.

Potrebbe interessarti anche –> Christian De Sica, che rapporto ha davvero oggi col cognato Carlo Verdone

Leggi anche –> Carlo Verdone, il ricordo di Ennio Morricone: “Quando Leone mi portò da lui”

Carlo descrisse anche il grande dolore che provò ad abbandonare la casa dove aveva vissuto con i suoi genitori e i suoi fratelli, in Lungotevere Vallati, nel così detto Palazzo dei Cento Preti, che dovettero restituire al Vaticano, dopo la morte dei genitori.
Rossana morì nel 1984, dopo aver lottato contro una lunga malattia, che purtroppo non le lasciò scampo.
Carlo Verdone